Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Finta sparatoria in strada per “fare un video”: denunciati

Due giovani di 22 e 28 anni hanno inscenato un inseguimento e un’aggressione davanti agli occhi dei passanti con una scacciacani

Prima l’inseguimento in strada, poi gli spari con uno dei due stramazzato a terra perché “colpito”: non una vera aggressione, ma una messa in scena organizzata da due giovani decisi a girare un video per “postarlo sui social”.

È successo giovedì pomeriggio in via Gramsci, davanti agli sguardi spaventati dei passanti che hanno pensato di ritrovarsi davanti a una sparatoria e che hanno chiamato la polizia.

I due, un 22enne genovese e un 28enne tunisino, sono stati fermati immediatamente da alcuni agenti della Digos arrivati sul posto, cui hanno confessato che si trattava di una messa in scena. Dagli accertamenti è emerso che la pistola con cui uno dei due aveva sparato era una scacciacani. Il 22enne aveva però con sé anche un vero coltello, che è stato sequestrato.

Entrambi sono stati denunciati per procurato allarme, per il 22enne è scattata la denuncia per il coltello, per il 28enne, residente ad Alessandria, la sanzione per la violazione delle norme anti covid.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finta sparatoria in strada per “fare un video”: denunciati

GenovaToday è in caricamento