rotate-mobile
Cronaca Marassi / Via Giacomo Biga

Marassi: le spara dall'auto, sono amanti

Yamila Gonzalez, 41 anni, cubana, è la donna coinvolta nella sparatoria avvenuta venerdì 24 maggio 2013 in via Biga a Marassi. Bruno Calamaro è stato fermato come il presunto autore del gesto. All'origine, pare, un movente passionale

Genova - Mentre i medici dell'ospedale San Martino sono impegnati a prestare le cure necessarie a Yamila Gonzalez, 41 anni, cubana, cominciano a emergere maggiori particolari in merito alla sparatoria avvenuta venerdì 24 maggio 2013 in via Biga a Marassi. Bruno Calamaro, 58 anni, è stato fermato in piazza Corvetto come presunto responsabile dell'episodio.

LA RICOSTRUZIONE DEI FATTI - Intorno alle 9 una donna, Yamila Gonzalez, viene vista da alcuni testimoni mentre è scaraventata fuori da un'auto e colpita da un proiettile alla schiena in via Biga. Alcuni dei presenti annotano la targa del veicolo e lanciano l'allarme. Sul posto giunge l'ambulanza del 118 a sirene spiegate, mentre carabinieri e polizia municipale si pongono all'inseguimento del fuggitivo.

Bruno Calamaro viene bloccato in piazza Corvetto: nell'auto gli sarebbe stata trovata una pistola calibro 22, di proprietà del padre. Dai primi accertamenti, pare che i primi due colpi sarebbero stati esplosi all'interno dell'auto. Poi l'uomo ha scaraventato la donna fuori dalla macchina in mezzo alla strada per spararle un terzo colpo alla schiena.

IL MOVENTE - Secondo le prime ricostruzioni all'origine del gesto ci sarebbero motivi sentimentali. La donna, una badante, aveva una relazione con Calamaro, che convive con una compagna. Tra i due vi sarebbe stata una discussione, conclusa a colpi di pistola. I carabinieri hanno recuperato un'ogiva.

Yamila Gonzalez ha un grave trauma alla schiena e i medici stanno valutando le sue condizioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marassi: le spara dall'auto, sono amanti

GenovaToday è in caricamento