menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cocaina, crack e hashish: quattro spacciatori in manette

L'intensificazione dei servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti ha consentito di individuare e trarre in arresto quattro pusher attivi nel centro storico

L'intensificazione dei servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti ha consentito di individuare e trarre in arresto quattro pusher attivi nel centro storico.

Il primo arresto è stato effettuato nei giorni scorsi dal personale del commissariato Centro che, a seguito di appositi servizi d'osservazione, ha individuato in zona San Bernardo un soggetto attorno al quale si radunavano gruppi di 4-5 giovani a cui, dopo qualche pacca sulle spalle, cedeva quelli che apparivano come pezzetti di carta.

Gli agenti hanno fermato uno dei giovani, accertando che aveva appena acquistato dell'hashish, quindi hanno bloccato il pusher, un 35enne italiano con precedenti per detenzione di stupefacenti. Sul posto sono stati sequestrati pochi grammi di hashish, mentre la perquisizione nell'abitazione dell'uomo, effettuata con l'ausilio dell'unità cinofila della polizia con il cane da ricerca Gratis, ha consentito di rinvenire, nascosti in alcuni barattoli di caffè, 5 panetti della stessa sostanza per un peso complessivo di 450 grammi.

Il secondo arresto è scattato ieri pomeriggio a conclusione di un'attività d'osservazione del personale del commissariato Centro nella zona di via di Scurreria, che ha consentito di individuare un 34enne senegalese cedere a un acquirente una dose di cocaina di 0,58 grammi.

Lo spacciatore, controllato successivamente dagli operatori a cui ha opposto resistenza, è stato trovato in possesso della somma di 520 euro in contati. La successiva perquisizione domiciliare, effettuata con l'ausilio dell'unità cinofila con il cane Gratis, ha consentito di sequestrare 115 dosi di cocaina e crack, del peso complessivo di 45,81 grammi, un dischetto di crack ancora da suddividere in dosi, del peso di 19,41 grammi, un bilancino di precisione e tutto il materiale utile per il confezionamento delle dosi.

Analogo servizio d'osservazione è stato effettuato ieri pomeriggio dal personale del commissariato Pré, che ha concentrato la propria attenzione nella zona di piazzetta dello Scalo. Qui gli agenti hanno notato uno straniero, successivamente identificato come un 26enne originario della Mauritania senza fissa dimora, gettare un involucro in una fioriera davanti a un ristorante per poi entrare nel locale.

L'uomo, durante l'osservazione, è più volte uscito dal locale per controllare che fosse tutto a posto e in una di queste circostanze si è intrattenuto con un altro straniero. Quest'ultimo, un senegalese di 18 anni senza fissa dimora, si è spostato in via Gramsci dove è stato visto dagli stessi operatori cedere una dose di cocaina da 0,52 grammi, che ha prelevato dalla bocca, a un acquirente ed è stato per questo arrestato.

A quel punto i poliziotti sono intervenuti anche in piazzetta dello Scalo e hanno recuperato l'involucro dalla fioriera, accertando che all'interno erano custodite 7 dosi di crack, del peso complessivo di 2,26 grammi, del tutto simili a quelle sequestrate dal personale del commissariato Centro nell'abitazione di via di Scurreria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento