menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Droga e ordigni esplosivi, anche 13enni nella banda di baby spacciatori

Gli agenti del commissariato Foce Sturla hanno fermato una quarantina di ragazzi, la maggior parte tra i 13 e i 17 anni, che avevano messo a punto un linguaggio in codice riservato allo spaccio

Una vera e propria organizzazione criminale specializzata nello spaccio che comprendeva una quarantina di giovanissimi, la maggior parte minorenni: gli agenti del commissariato Foce Sturla hanno portato a termine nelle scorse ore una massiccia operazione anti droga che ha portato al fermo di una trentina di minorenni (alcuni anche di appena 13 anni) e al sequestro di un armamentario per il confezionamento delle dosi ritrovato durante le perquisizioni domiciliari.

A mettere gli agenti sulle tracce dei giovani criminali, alcuni dei quali appartenenti alla frangia più estrema degli ultrà, ore o ore di intercettazioni telefoniche che hanno permesso di identificare e decodificare un complicato codice messo a punto appositamente per lo spaccio che comprendeva frasi come “Sei in bolla” e “Come sei messo”, utilizzate per chiedere se lo spacciatore aveva droga da vendere, a parole come “aiuto”, “prevendita” e “adesivo”, usate dai potenziali acquirenti.

Durante le perquisizioni, i poliziotti hanno trovato e sequestrato bilancini di precisione, circa 400 grammi di hashish e marijuana, 8 piante di cannabis e persino due ordigni esplosivi casalinghi, presumibilmente fabbricati per essere usati durante le partite dai giovanissimi ultrà, che sono stati consegnati agli artificieri per verificare il grado di pericolosità. Al momento sono trenta i fermati, una decina dei quali, maggiorenni,  iscritti nel registro degli indagati.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Invasione di pappagallini, il Comune lancia censimento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento