Mezzi di soccorso bloccati dalla sosta selvaggia, pronta una squadra di "dissuasori"

Lavoro congiunto dell'assessorato alla Sicurezza e quello alla Mobilità per prevenire gli episodi di parcheggi in doppia fila che bloccano ambulanze o altri veicoli in servizio

Ambulanza bloccata in via Fumagalli, a Oregina

Arriva una “mini squadra” specializzata per monitorare i quartieri e individuare parcheggi potenzialmente d’intralcio per il passaggio dei mezzi di soccorso: l’annuncio è arrivato dall’assessore comunale alla Legalità, Stefano Garassino, interpellato in consiglio comunale sul brusco aumento di multe staccate a Quezzi, in una zona in cui resistono alcune attività di quartiere.

«Non c’è alcuna volontà di inasprire le sanzioni per la sosta, specialmente in certi quartieri dove parcheggiare è difficile, ma dobbiamo tutelare il passaggio dei mezzi di soccorso», ha detto Garassino in risposta all’interrogazione della consigliera del Pd, Cristina Lodi, confermando che «insieme con il collega alla Mobilità, Stefano Balleari, stiamo procedendo alla verifica delle varie strade, in relazione alla loro larghezza e alla possibilità di consentire sia la sosta sia il passaggio dei mezzi di soccorso».

Il riferimento è a quartieri collinari e in cui le strade, molto strette e spesso piene di curve, nelle ore serali vengono di fatto "intasate" da auto parcheggiate in doppia fila che di frequente impediscono il passaggio di ambulanze o veicoli di vigili del fuoco o forze dell'ordine: Castelletto, Oregina e San Fruttuoso quelli in cui accade più spesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Garassino è quindi entrato nel merito della questione via Daneo: «Le sanzioni elevate riguardavano il parcheggio sul marciapiede, sulla fermata del bus o gravi intralci al passaggio dei mezzi di soccorso. Ciò che è stato intensificato, invece, è stato il controllo sul mancato rispetto dei limiti di velocità, soprattutto nelle vie in cui si verifica la maggior parte degli incidenti stradali, come accade per esempio in corso Europa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Bassetti: «Seconda ondata? Basta allarmismo»

  • Waterfront, avanti con i lavori: l'acqua inizia a fluire nel canale navigabile

  • Ruba una valigia in un'auto ma passa davanti al proprietario poco dopo

  • A7, chiude per 15 giorni la galleria tra lo svincolo A12 e Bolzaneto: le modifiche al traffico

  • Maxi tamponamento in A12: feriti e autostrada chiusa per due ore

  • Notte di San Lorenzo 2020, dove guardare le stelle cadenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento