menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sori: in manette il "ladro del caffé"

Ripuliva le auto delle ignare persone che, prima di andare al lavoro, si fermavano al bar a prendere un caffé. Per questo un uomo, genovese di 35 anni, è finito in manette

Approfittava della pausa mattutina degli automobilisti che, prima di raggiungere il posto di lavoro, si fermavano in uno dei bar lungo la via Aurelia o prima dello svincolo autostradale dell'A12. Per questo un uomo, genovese di 35 anni, è finito in manette.

Tra Sori e Recco, era già stato soprannominato il "ladro del caffé": il 35enne, che tra le due località liguri ha effettuato la maggior parte dei colpi, attendeva che gli automobilisti si fermassero al bar, lasciando magari l'auto aperta per pochi minuti. 

Giusto, appunto, il tempo di un caffé.

E ne approfittava, introducendosi nell'abitacolo e portando via quanto più poteva: autoradio, orologi, telefonini, soldi. 

Il delinquente è stato smascherato dai vigili di Recco e Sori grazie all'aiuto delle telecamere, in seguito alla denuncia di diverse persone che si erano trovate l'auto ripulita.

Insieme ai carabinieri, i vigili hanno poi atteso il momento giusto per cogliere in flagrante l'uomo e arrestarlo.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Contrabbando di gasolio, sanzioni per oltre 4 milioni di euro

  • Cronaca

    Servizi igienici per il personale Amt, la questione approda a Tursi

  • Cronaca

    Spezia, ponte mobile esce dalla sua sede e crolla

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento