A Sori è caccia alla famiglia di cinghiali, ma gli animalisti si ribellano

Il sindaco Paolo Pezzana ha autorizzato una battuta sulle alture della cittadina ligure per individuare e abbattere la famigliola di ungulati che qualche giorno fa è stata avvistata sull'Aurelia: "Non sono più un pericolo, sono tornati nel loro habitat", è la protesta

Animalisti in rivolta contro il sindaco di Sori, Paolo Pezzana, che nei giorni scorsi ha annunciato l’intenzione di autorizzare una battuta di caccia nei boschi e sulle alture della cittadina ligure per individuare una famiglia di cinghiali che qualche giorno fa è stata avvistata a spasso sull’Aurelia.

Mamma, papà e una tribù di 10 cuccioli erano molto probabilmente scesi a valle alla ricerca di cibo, percorrendo la trafficata strada incuranti delle macchine e degli scooter di passaggio: immortalati da alcuni passanti, la foto ha fatto rapidamente il giro del Web sino ad arrivare sotto gli occhi del sindaco Pezzana, che preoccupato per l’incolumità di residenti, turisti e automobilisti ha fissato per lunedì mattina una battuta di caccia nelle zone di San Bartolomeo di Sori e Camascenza, frazioni individuate come “residenza” degli ungulati. Un problema, quello della sovrappopolazione di cinghiali, con cui non soltanto il sindaco di Sori, ma anche quelli di Pieve Ligure e Bogliasco hanno dovuto fare i conti negli ultimi mesi, in seguito ai sempre più numerosi avvistamenti nei centri abitati: gli animali sembrano avere sempre meno timore dell'uomo, e sempre meno scrupoli ad avvicinarsi alle cittadine, tanto da spingere la Città metropolitana, preoccupata anche per le coltivazioni, ad autorizzarne l'abbattimento selettivo e la cattura attraverso i gabbioni.

Agli animalisti, però, la decisione di organizzare una battuta di caccia a quattro giorni dall’ultimo avvistamento non è andata giù: “A noi risulta che la famigliola sia tornata nei boschi, non è che continuano a girare su e giù per l’Aurelia - ha fatto sapere Fabio Dolia, portavoce dell’associazione - Capiamo il pericolo per automobilisti e scooteristi, ma in questo caso i cinghiali sono tornati nel loro habitat, dove non danno fastidio a nessuno. Ci risulta che l’abbattimento dovrebbe essere preso in considerazione solo come extrema ratio, e soltanto se c’è un pericolo immediato per l’incolumità delle persone. Ed è ovvio che non è questo il caso”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il pensiero dell’amministrazione comunale è molto probabilmente rivolto all’imminente apertura della stagione estiva, con le centinaia di turisti - e non - che ogni giorno percorrono l’Aurelia e che potrebbero potenzialmente incontrare sul loro percorso qualche “bestione” sceso a valle alla ricerca di cibo, ma mentre tentano di mettersi in contatto con il sindaco per trovare una soluzione alternativa all’abbattimento, gli animalisti tengono a puntualizzare una cosa: “Se tanto spesso i cinghiali scendono a valle, è perché trovano cibo in quantità grazie alla spazzatura incivilmente abbandonata al di fuori dei cassonetti: prima di percorrere strade barbare e immorali, sarebbe il caso che sindaco e cittadini si preoccupassero della gestione dei rifiuti organici e non”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Previsioni traffico estate 2020, un solo giorno da bollino nero

  • Polizia locale, concorso per 38 assunzioni a tempo indeterminato

  • Inaugurato il nuovo ponte di Genova, fra «orgoglio e commozione»

  • Avvinghiati a terra in un lago di sangue, divisi con lo spray al peperoncino

  • Tragedia a Pedemonte, 25enne morto in un incidente stradale

  • Ponte di Genova: poche ore all'inaugurazione, con la pioggia in agguato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento