Tir in sopraelevata, 53 multe a gennaio: in arrivo nuovi dissuasori

I limitatori di sagoma che erano stati installati a inizio gennaio sono stati divelti. L'assessore Balleari: «Entro il mese di febbraio saranno installati dissuasori più efficienti»

Il problema dei tir sulla Sopraelevata non è ancora stato risolto. I limitatori di sagoma che erano stati installati a inizio gennaio sono stati divelti nel giro di pochi giorni e il tema è approdato anche in consiglio comunale. 

Francesco De Benedictis (Noi con l’Italia) e Marta Brusoni (Vince Genova) hanno spiegato che, quasi giornalmente, sui social sono postate fotografie che testimoniano il passaggio di tir sulla Sopraelevata. A nulla è servito il dissuasore installato all’ingresso della rampa di accesso, che è stato anche divelto. Poiché non è pensabile ipotizzare la presenza di un presidio fisso della Polizia Locale, hanno chiesto alla giunta quali interventi, e i tempi per la loro
realizzazione, la civica amministrazione intenda adottare per risolvere tale problema, chiedendo anche di installare un sistema di illuminazione migliore di quello attualmente presente.

L’assessore alla Mobilità Stefano Balleari ha spiegato: «L’assessorato del collega Fanghella ha riferito che l’installazione delle lampade a led non è stato efficace e si ritornerà al vecchio sistema di illuminazione, più efficace. Per quanto riguarda i tir sono state elevate, solo nel mese di gennaio, 53 contravvenzioni. Entro il mese di febbraio saranno installati dei nuovi limitatori di sagoma, più efficienti, che permetteranno, però, l’utilizzo della Sopraelevata da parte dei mezzi di soccorso».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoranti di Genova proposti dalla Guida Michelin 2020

  • Coronavirus, c'è un secondo caso alla Spezia

  • Apre nuovo centro per anziani a Genova, 50 assunzioni

  • Referendum per il taglio dei parlamentari: come e quando si vota

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

  • Coronavirus, altri casi in Liguria: sono 16 in totale

Torna su
GenovaToday è in caricamento