menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minacce a Liliana Segre, solidarietà unanime dal Comune di Genova

Il consiglio comunale ha approvato all'unanimità un ordine del giorno, con cui s'intende esprimere solidarietà alla senatrice, oggetto d'insulti e minacce per essersi sottoposta al vaccino anti covid-19

Come di consueto la seduta del consiglio comunale di martedì 9 marzo 2021 si è aperta con le interrogazioni a risposta immediata. Alle ore 15, al termine del question time, si è svolto l'appello nominale: con 37 consiglieri presenti, la seduta è risultata valida.

In apertura di seduta il presidente Federico Bertorello ha letto e posto in votazione due ordini del giorno fuori sacco: nel primo, approvato all'unanimità, si esprime una ferma condanna per gli innumerevoli insulti e minacce ricevute dalla senatrice Liliana Segre, sopravvissuta al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, anche in occasione della sua partecipazione alla campagna vaccinale covid-19, in seguito ai quali la Procura ha aperto un'indagine per odio razziale.

Con l'ordine del giorno si chiede l'impegno del sindaco e della giunta a esprimere piena solidarietà alla senatrice Liliana Segre e a tutti coloro che sono stati oggetto di analoghi attacchi di matrice negazionista ed antisemita e ad aderire alla 'Rete dei comuni per la memoria, contro l'odio e il razzismo'.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento