rotate-mobile
Cronaca

Mafia, sit-in delle Agende Rosse in largo Lanfranco: "Non lasciamo solo Nicola Gratteri"

Il procuratore di Catanzaro minacciato di morte svariate volte dalla 'ndrangheta: la solidarietà anche da Genova con un presidio davanti alla Prefettura

Sabato 9 luglio alle ore 10 il movimento delle Agende Rosse, gruppo "Falcone Borsellino", della Liguria, ha organizzato una manifestazione sit-in davanti alla Prefettura di Genova per manifestare sostegno e solidarietà al procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri.

In queste settimane infatti è stata resa nota la notizia della pianificazione di un possibile attentato ai danni del procuratore, in Calabria: rinforzata subito la scorta del magistrato reggino e anche della moglie e i figli, che studiano fuori regione.

"Tutti siamo al corrente delle continue minacce di morte nei suoi confronti e della sua famiglia - dice Giuseppe Carbone, coordinatore del gruppo genovese "Falcone Borsellino" - e abbiamo il dovere morale di affiancare Gratteri. Non possiamo, non dobbiamo e non vogliamo stare zitti e inermi. Nel corso della manifestazione abbiamo chiesto udienza al Prefetto di Genova, Renato Franceschelli, nelle cui mani consegneremo una lettera aperta da inoltrare al Presidente del Consiglio e tutto l'esecutivo. Nicola Gratteri è il massimo esperto mondiale per il contrasto alla ‘ndrangheta: il governo, lo Stato, hanno il dovere di fornire tutti gli strumenti necessari al Procuratore per la sconfitta di questo cancro sociale. Lo Stato, al quale Nicola Gratteri ha giurato fedeltà, ha il dovere di sostenerlo e fornirgli anche più degli strumenti necessari e da lui richiesti. Ci sembra invece di capire che qualcuno abbia, coscientemente o inconsciamente, deciso di mettere i bastoni tra le ruote alla lotta al crimine".

La manifestazione partirà alle 10 con il raduno di tutti i partecipanti in largo Lanfranco e proseguirà con un sit-in fino alle ore 12.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, sit-in delle Agende Rosse in largo Lanfranco: "Non lasciamo solo Nicola Gratteri"

GenovaToday è in caricamento