rotate-mobile
Cronaca

Accusato di stupro, Portanova non risponde al gip

Il calciatore 21enne è accusato di aver violentato a Siena il 30 maggio scorso una coetanea

Si è avvalso della facoltà di non rispondere durante l'interrogatorio di garanzia di fronte al giudice del tribunale di Siena Jacopo Rocchi, il calciatore del Genoa Manolo Portanova indagato, insieme ad altri tre giovani, per la presunta violenza sessuale di gruppo denunciata da una 21enne.

Portanova, agli arresti domiciliari, è entrato e uscito dal tribunale di Siena passando da un ingresso secondario, accompagnato da un sostituto del suo legale Gabriele Bordoni. Il calciatore 21enne è accusato di aver violentato a Siena il 30 maggio scorso una coetanea. Lo stupro sarebbe stato compiuto insieme ad altri tre giovani: due maggiorenni (Alessio Langella e Alessandro Cappiello) e un diciasettenne.

Martedì 15 giugno il giudice deciderà se convalidare gli arresti e giovedì foto e video saranno estratti dagli smartphone delle persone coinvolte, per chiarire cos'è accaduto di preciso quella sera.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di stupro, Portanova non risponde al gip

GenovaToday è in caricamento