«Capra» ad Alice Salvatore in tv, assolto Vittorio Sgarbi

La procura aveva chiesto la condanna a 1500 euro di multa, ma il giudice ha riqualificato il reato in ingiurie, che sono state però depenalizzate.

Vittorio Sgarbi è stato assolto dall'accusa di diffamazione contro Alice Salvatore, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Regione Liguria. La procura aveva chiesto la condanna a 1500 euro di multa, ma il giudice ha riqualificato il reato in ingiurie, che sono state però depenalizzate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti del maggio 2015

I fatti incriminati risalgono al 15 maggio 2015 quando il noto critico d'arte durante la trasmissione televisiva  "L'Aria che tira" in onda sul canale La7 aveva definito Alice Salvatore "capra", proseguendo poi acon altre affermazioni come "questa povera ragazza ignorante...", "stai zitta cretina, studia, studia!" e "sua madre ha fatto una truffa a fare lei...". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Derubato tre volte in una notte, l'ultimo ladro lo abbraccia per 'consolarlo'

  • Previsioni traffico estate 2020, un solo giorno da bollino nero

  • Inaugurato il nuovo ponte di Genova, fra «orgoglio e commozione»

  • Polizia locale, concorso per 38 assunzioni a tempo indeterminato

  • Avvinghiati a terra in un lago di sangue, divisi con lo spray al peperoncino

  • Tragedia a Pedemonte, 25enne morto in un incidente stradale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento