rotate-mobile
Cronaca

Cittadini costretti a provvedere da soli agli sfalci, Piciocchi: "Abbiamo raddoppiato il budget"

"È oltre un mese che abbiamo iniziato gli sfalci. Abbiamo diviso la città in tre lotti in cui operano altrettante cooperative che intervengo con diversa intensità a seconda dell'area, in accordo con i Municipi" ha spiegato l'assessore in consiglio comunale

Durante la seduta del consiglio comunale di martedì 5 aprile 2022 la consigliera Sonia Paglialunga (Lega Salvini Premier) ha chiesto informazioni circa il programma degli sfalci in città.

Così l'assessore Pietro Piciocchi: "in questi anni abbiamo raddoppiato il budget previsto per gli sfalci, passando da 400mila a 750mila euro, nonostante la complicazione delle direttive europee che ci impediscono di usare prodotti chimici (infatti oggi si parla di contenimento della vegetazione). Un problema pesante per il tipo di conformazione della nostra città".

"È oltre un mese che abbiamo iniziato gli sfalci. Abbiamo diviso la città in tre lotti in cui operano altrettante cooperative che intervengo con diversa intensità a seconda dell'area, in accordo con i Municipi" conclude l'assessore.

Parole che fanno ben sperare, anche se in molte zone della città ci sono cittadini che ormai da anni provvedono in autonomia a ripulire stradine e creuze intorno a casa. Chi scrive è uno di questi. Da quando queste operazioni non sono più a carico di aziende comunali, ma passate a cooperative, ci sono zone completamente dimenticate (basta vedere le creuze del levante genovese).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadini costretti a provvedere da soli agli sfalci, Piciocchi: "Abbiamo raddoppiato il budget"

GenovaToday è in caricamento