menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sestri Ponente, uccide la moglie a colpi di pistola: «Mi voleva lasciare»

Follia nella notte in via Toscanelli, a Sestri Ponente, dove un uomo di 64 anni ha sparato alla compagna 59enne mentre era al telefono con il figlio

«Ho perso la testa, mi voleva lasciare»: queste le parole pronunciate da Ciro Vitiello, 64 anni, per tentare di giustificare l’attimo di follia in cui ha afferrato la pistola e l’ha puntata contro la moglie 59enne, Rosa Landi, sparandole quattro colpi di pistola e uccidendola.

Gli spari hanno squarciato la notte intorno alle 22 in via Toscanelli, a Sestri Ponente, un quartiere sotto shock dopo quanto accaduto nell’appartamento di quella coppia, sposata e con figli e nipoti, all’apparenza del tutto normale. Eppure Vitiello, ex impiegato in una ditta di pompe funebri, agli agenti di polizia accorsi sul posto dopo la sua chiamata al 113 in cui ha spiegato di avere «ucciso mia moglie», ha rivelato che le discussioni in casa erano sempre più frequenti, e che la donna, casalinga, era ormai decisa a lasciarlo.

L’uomo è stato accompagnato in Questura nella notte, dove è stato fermato con l’accusa di omicidio volontario. Nell’appartamento di via Toscanelli sono invece arrivati gli agenti della Scientifica per i rilievi: stando alle prime ricostruzioni, Vitello e la Landi avrebbero incominciato a discutere, poi lui avrebbe afferrato l’arma, regolarmente detenuta, contro la moglie e avrebbe fatto fuoco mentre lei era di spalle, intenta a parlare al telefono con il figlio, sotto shock dopo avere assistito in diretta al delitto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento