rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca Sestri Ponente

La macelleria che vende anche cocaina, tre arresti

Sequestrati 260 grammi di cocaina, di cui 150 grammi pura ancora in forma solida e il resto confezionata in oltre 250 bustine termosaldate ricavate dai sacchetti della macelleria

Nel pomeriggio di venerdì 5 aprile la polizia ha arrestato tre soggetti di età compresa tra i 45 e i 56 anni, impegnati in una attività di spaccio di cocaina nei pressi di una macelleria islamica, che veniva utilizzata come base di stoccaggio e preparazione delle dosi.

Nei giorni scorsi personale della sezione criminalità diffusa della squadra mobile era venuto a conoscenza di una fiorente attività di spaccio di cocaina messo in opera nel quartiere di Sestri Ponente nei pressi di una macelleria, pertanto sono stati approntati dei servizi di osservazione discreta, che hanno permesso di appurare la veridicità della segnalazione.

In particolare si è accertato che due dei tre uomini arrestati, tutti i pomeriggi stazionavano nei pressi della macelleria, dove effettuavano dei fugaci incontri con delle persone, che subito si allontanavano, e inoltre accedevano all'interno della macelleria dove s'intrattenevano con il gestore per diverso tempo, specie prima di effettuare delle cessioni, alimentando così il sospetto che il locale potesse fungere da deposito per lo stupefacente.

Alla prima occasione utile gli agenti hanno provveduto a controllare un uomo, che aveva preso contatti con uno dei presunti spacciatori, allontanandosi poi rapidamente, trovandolo in possesso di quattro dosi di cocaina; tale riscontro ha dato il via all'operazione, permettendo agli uomini della squadra mobile e all'unità cinofila della polizia con il cane Constantin di accedere alla macelleria ed effettuare la perquisizione.

L'abilità dei conduttori nell'indirizzare Constantin, che non si è fatto distrarre dal preminente odore della carne, hanno consentito di scoprire in brevissimo tempo un sacchetto di cellophane nascosto sotto al bancone di vendita, all'interno del quale vi erano 260 grammi di cocaina, di cui 150 grammi pura ancora in forma solida e il resto confezionata in oltre 250 bustine termosaldate ricavate dai sacchetti della macelleria.

Nel freezer vi era un sacchetto contenete quasi 7.500 euro, probabile provento dell'attività di spaccio dato che il resoconto giornaliero del registratore di cassa ammontava a meno di dieci euro. I tre uomini, già implicati in fatti analoghi, sono stati tratti in arresto e trasferiti in carcere a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La macelleria che vende anche cocaina, tre arresti

GenovaToday è in caricamento