menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scontri dopo il derby Sestri Levante-Sanremo, nei guai tifoso dell'Entella

I carabinieri identificano il tifoso dell’Entella che, dopo la partita Sestri Levante-Sanremo del 16 ottobre, aggredì un sestrese, colpendo al volto anche una vigilessa. Denunciato

Al termine di approfonditi accertamenti, svolti a seguito degli scontri verificatisi a Sestri Levante tra le opposte tifoserie il 16 ottobre scorso, dopo la partita disputatasi allo stadio “Sivori” tra Sestri Levante e Sanremo, i carabinieri della locale stazione e dell'aliquota operativa di compagnia hanno denunciato alla procura di Genova un 24enne chiavarese, tifoso dell'Entella (squadra gemellata con il Sanremo), ritenuto responsabile di aver dato un pugno a un tifoso del Sestri e di aver colpito anche una vigilessa in servizio di viabilità, dopo la partita.

I reati contestati sono: violenza e lesioni a pubblico ufficiale (previsti dal codice penale) e divieto di uso di mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona in luogo pubblico (cappuccio che copriva testa e parte del volto – previsti dalla legge 110/1975).

Al termine della partita e mentre i tifosi del Sanremo defluivano, una tranche degli ultras del Sestri sono venuti a contatto con alcuni tifosi dell'Entella di Chiavari, anch'essi presenti per il gemellaggio con la squadra del Sanremo e storici rivali dei locali.

Sebbene il cospicuo dispositivo di forze dell'ordine, alcuni dei tifosi, tra cui il denunciato, sono arrivati a contatto, insultandosi reciprocamente. Il tifoso dell'Entella ha sferrato un pugno a un sestrese, colpendo anche una vigilessa.

Nell'immediatezza il giovane si era allontanato di corsa e si era reso irreperibile. Gli incroci tra le riprese video effettuate da personale operante durante la partita con le immagini delle telecamere di videosorveglianza cittadine hanno consentito di dare un volto e un nome al tifoso, motivo per cui è scattata la denucia all'autorità giudiziaria della città metropolitana. Proposta anche alla questura, a carico del soggetto, la misura del Daspo, divieto di partecipare ai luoghi ove si svolgono competizioni sportive.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Invasione di pappagallini, il Comune lancia censimento

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Incendio a Ne, i vigili del fuoco salvano due persone

  • Cronaca

    Cimiteri, stanziati fondi per interventi urgenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento