Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Servizi igienici per il personale Amt, la questione approda a Tursi

Luca Pirondini del Movimento 5 stelle ha rivolto un'interrogazione alla giunta, alla quale ha risposto l'assessore Matteo Campora

Come di consueto il consiglio comunale di martedì 11 maggio si è aperto con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata. Luca Pirondini (M5S) ha domandato quali provvedimenti intende prendere l'amministrazione in merito alle lamentele del personale viaggiante di Amt in merito alla carenza di servizi igienici dedicati a loro in città, mancanza acuita dalle ristrettezze imposte dalla pandemia e dalla conseguente impossibilità di utilizzare i servizi igienici dei bar.

Per la giunta ha risposto l'assessore Matteo Campora: «sulla carenza di servizi igienici ho chiesto ad Amt che mi ha risposto che l'azienda ha nel tempo attivato diversi sistemi utili al personale viaggiante e nell'ultimo anno è stato anche incrementato il numero di servizi igienici, in accordo anche con le sigle sindacali - ha detto Campora -. Nei capolinea altamente frequentati vi sono servizi dedicati solo al personale, sia maschile sia femminile. Ovviamente in questi contesti il personale ha una chiave passepartout per accedere».

«Non è possibile pensare di avere un bagno di proprietà presso tutti i capolinea - prosegue Campora - che sono sparsi nella città e, proprio per trovare delle soluzioni, sono state mutuate delle convezioni con esercizi commerciali, in particolare i bar, che consentono l'accesso del personale. Attualmente gli esercizi convenzionati sono 36 e a questi ne vanno aggiunti altri 26 segnalati dalla direzione commercio del Comune di Genova che consentono al personale l'accesso. A questi occorre aggiungere anche i servizi igienici presenti all'interno delle stazioni della metro».

«Sappiamo che bisogna lavorare per aumentare sempre di più questi numeri - conclude Campora -. Il consigliere Gambino sta portando avanti il progetto di riqualificazione dei bagni pubblici esistenti in città ed è intervenuto sul bagno pubblico situato in piazza Caricamento che gli autisti possono utilizzare, ovviamente, in maniera gratuita. Credo che su questo caso ci sia stato un errore di comunicazione e proprio per questo la prossima settimana incontrerò, insieme con il consigliere Gambino, i sindacati per chiarire ogni aspetto della questione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi igienici per il personale Amt, la questione approda a Tursi

GenovaToday è in caricamento