rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Serra Riccò

«Pagaci o sveliamo che sei stato con una minorenne», due arresti

Una 27enne e un 28enne sono stati arrestati dai carabinieri di Serra Riccò per estorsione in concorso. I due sono finiti in carcere dopo aver minacciato un anziano affinché consegnasse loro denaro, minacciandolo di svelare una sua relazione con una minore

Hanno fatto leva sulla debolezza di un uomo, rimasto vedovo, per indurlo a frequentare una ragazza; poi lo hanno ricattato, sostenendo che la giovane era minorenne. Quando le richieste di denaro sono diventate sempre più frequenti, l'uomo si è rivolto ai carabinieri di Serra Riccò, che hanno posto fine al tentativo di estorsione.

Nel corso del pomeriggio del 2 marzo, i militari hanno proceduto all'arresto di un uomo 28enne e una donna 27enne, entrambi pregiudicati, extracomunitari e senza fissa dimora. L'altro ieri l'anziano si era presentato alla stazione carabinieri di Serra Riccò, raccontando di essere sotto minaccia da più di un mese da parte di una coppia di soggetti di origine romena e di temere per la propria incolumità.

Il motivo del ricatto era che l'uomo, vedovo, qualche tempo prima aveva intrattenuto una relazione con una ragazza sempre extracomunitaria, combinata dalla donna romena 27enne. Dopo gli incontri, gli estortori hanno iniziato a minacciare l'uomo di denunciarlo alle forze dell'ordine, affermando che la ragazza era minorenne. Prezzo del loro silenzio, la consegna di un'ingente somma in denaro.

Le richieste di soldi, al pari delle minacce di morte, si sono fatte sempre più pressanti ed esose fino a chiedere la somma in contanti di cinquemila euro da consegnare nella mattinata del 2 marzo. A seguito della denuncia sono partite immediatamente le attività investigative che hanno consentito di identificare i due soggetti che stavano attuando l'estorsione e soprattutto di coglierli nella flagranza di reato non appena si sono appropriati, sempre con minacce, del denaro contante.

I due giovani sono stati dichiarati in stato d'arresto e condotti nei carceri di Pontedecimo e di Marassi. Dovranno rispondere all'autorità giudiziaria di Genova di estorsione in concorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Pagaci o sveliamo che sei stato con una minorenne», due arresti

GenovaToday è in caricamento