menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Smartphone come richiamo per gli uccelli, cacciatore denunciato

L'uomo pensava di aggirare una legge del 1992 che vieta l'utilizzo di richiami elettroacustici per attirare gli uccelli migratori 

Un cacciatore genovese di 30 anni è stato denunciato per aver cercato di attirare gli uccelli riproducendo con il proprio smartphone il canto del merlo. L'uomo pensava così di aggirare una legge del 1992 che vieta l'utilizzo di richiami elettroacustici per attirare gli uccelli migratori per poi abbatterli.

Il 30enne stata esercitando la caccia ai migratori da un appostamento fisso lungo l’Alta Via dei Monti Liguri, in località Costa di Orero, nel comune di Serra Riccò quando è stato sorpreso da alcune guardie venatorie volontarie dell’associazione WWF, mentre utilizzava, tramite uno smartphone, un audio mp3 riproducente il canto del merlo.

Dopo l’intervento dei Carabinieri della stazione di Campomorone, sopraggiunti sul luogo, il fucile semiautomatico del cacciatore è stato posto sotto sequestro giudiziario dai militari dell'Arma.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento