rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Fido e Micio sepelliti col padrone, Tursi dice sì

Entro giugno le ceneri degli animali familiari potranno essere tumulate insieme a quelle del padrone

Il Comune dice sì alla possibilità per gli animali domestici di essere tumulati nella stessa tomba del padrone. Con un'interrogazione presentata dal consigliere comunale Stefano Giordano del Movimento 5 Stelle, durante il consiglio comunale di martedì 9 novembre, Tursi ha spiegato quali saranno le disposizioni adottate.

La domanda prende forma dalla legge regionale n.15 del 2020, in materia di cimiteri e servizi funebri, che all'articolo 54 prevede che le ceneri degli animali di compagnia e di affezione possano, su richiesta o su volontà del defunto, essere tumulate in un'urna separata nella stessa tomba o nel loculo del padrone.

La risposta è arrivata dall'assessore ai Servizi Civici, Demografici e Cimiteriali Massimo Nicolò: "Gli animali di affezione sono una realtà e in qualche modo dobbiamo prendercene carico anche quando muoiono - ha confermato l'assessore - la legge regionale è molto chiaro, ovvero ha stabilito una volta per tutte la possibilità che gli animali possano essere tumulati insieme al proprio padrone; certamente dovremo avere un regolamento attuativo e per questp chiederemo lumi all'avvocatura per adeguare l'ordinamento comunale a questa nuova legge e lo prevediamo entro giugno".

In questi anni sono stati tantissimi i cittadini che hanno chiesto una soluzione dignitosa e alternativa alla sepoltura dei propri animali familiari, e va anche considerato che Genova ha una popolazione altissima di cani e gatti che la colloca tra le città più popolose, da questo punto di vista, d'Italia e anche in Europa. Finora è stato difficile individuare uno spazio dove far sorgere un cimitero degli animali di compagnia ma la strada aperta dalla legge regionale potrebbe presto far cambiare le cose.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fido e Micio sepelliti col padrone, Tursi dice sì

GenovaToday è in caricamento