menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bambina con due mamme: il tribunale dice sì. Il Comune valuta il ricorso

La sentenza ha bocciato il rifiuto del sindaco Bucci. Il primo cittadino aveva negato il riconoscimento alla seconda genitrice. Si tratta del primo caso in Ligura, il terzo in Italia

La bimba avrà due mamme. La guerra giudiziaria intrapresa quattro mesi fa è finita con la vittoria di due mamme genovesi. I giudici hanno autorizzato l'iscrizione nell'anagrafe della seconda genitrice.

La vittoria in tribunale arriva dopo il rifiuto del sindaco Marco Bucci a modificare le regole d'ufficio in modo da consentire così il riconoscimento della bambina da parte delle due mamme. La legge vigente non regolamenta la possibilità di riconoscere un bambino da parte di due genitori dello stesso sesso, ma non lo vieta neppure. 

Vedendosi negata la disposizione amministrativa, le due mamme sono ricorse alle vie legali. Le avvocate Fiorini e Gibelli hanno depositato per conto della famiglia il ricorso contro il rifiuto degli uffici per i diritti del bambino. E hanno vinto, contro Comune e Prefettura. La IV sezione civile del Tribunale di Genova, presieduta da Daniela Canepa, ha infatti detto sì al riconoscimento delle due mamme. 

«Siamo molto felici perché finalmente a Genova viene riconosciuta la genitorialità delle persone omosessuali», commentano soddisfatte a Genova Today le avvocatesse Elena Fiorini e Ilaria Gibelli, quest'ultima anche a nome del Coordinamento Liguria Rainbow e di Famiglie Arcobaleno. «Soprattutto vengono tutelati i diritti di questi bambini e bambine, diritti ormai consolidati in Europa - continuano le due legali - quali il diritto all'identità personale, alla bigenitorialità a vivere ed essere riconosciuti anche per la legge. Finalmente si prende atto che la genitorialità non si basa solo sul dato biologioco genetico ma sulla volontà e l'amore dei genitori».

Anche il Pd ligure, con una nota diffusa martedì mattina, ha accolto favorevolmente la sentenza del tribunale di Genova: «Un barlume di luce nel clima oscurantista in cui viviamo oggi -  ha commentato Lunardon - la politica però dia diritti a tutti e completi il quadro normativo»

Bimba con due mamme, il Comune pensa al ricorso

Il Comune è intervenuto sulla questione, annunciando il possibile ricorso e commentando così la sentenza: «Non si tratta di una doccia fredda, perché ci aspettavamo questa sentenza», ha detto l’assessore ai Servizi civici, MatteoCampora, aggiungendo che «il nostro diniego non era legato a posizioni ideologiche, politiche o religiose: i nostri legali si erano basati su sentenze e normative in quanto per lo Stato italiano non viene riconosciuta la possibilità di eterologa per coppie con genitori dello stesso sesso». La questione approderà anche in giunta la prossima settimana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    TikTok sbarca in Liguria con la campagna #tiraccontolitalia

  • Costume e società

    Genova, quando i bambini andavano al mare con le "braghe redoggiae"

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento