rotate-mobile
Cronaca Borgoratti / Via Timavo

Corso Europa e il nuovo semaforo, traffico bloccato in tutto il quartiere

Fra i nuovi semafori all'incrocio fra corso Europa, via Isonzo, via Timavo, il senso unico in via Borgoratti e i lavori per il nuovo guard-rail, circolare nel quartiere è diventato complicato, senza contare l'inquinamento acustico e dell'aria

Il 'mugugno' fa parte del nostro dna e questo forse non è sempre un pregio, ma qualche volta ha ragione di esistere. L'argomento in questione è la nuova vibilità all'incrocio fra corso Europa, via Isonzo e via Timavo. Mettiamo un punto fermo: le modifiche sono state fatte per mettere in sicurezza il crocevia. E questo obiettivo pare proprio essere stato raggiunto.

Ma questo aspetto della questione crediamo abbia interessato ben poco gli automobilisti, che questa mattina sono rimasti a lungo bloccati in coda. Perché forse la sicurezza era solo uno dei problemi, che andavano risolti relativamente a questo incocrocio. L'altro, secondario ma ugualmente importante, riguardava e purtroppo riguarda ancora la viabilità.

A fare da 'tappo' sono sempre state le auto che fanno inversione, in via Isonzo come in via Timavo, e questo problema resta. Chi proviene da Nervi e deve imboccare via Isonzo deve svoltare in via Timavo e fare inversione di marcia, intasando il traffico. Idem chi è diretto verso Nervi e vuole imboccare via Timavo, deve prima svoltare in via Isonzo, poi invertire la marcia, per lo più all'altezza dell'attraversamento pedonale di via Bainsizza, e poi dirigersi verso monte.

Il paradosso è che questa mattina i vigili in via Timavo, per fluidificare il traffico, facevano passare tutte le auto quando la freccia per svoltare a destra in corso Europa diventava verde, nonostante la freccia per svoltare a sinistra o proseguire dritto fosse rossa. In pratica gli agenti regolavano il traffico in modo che si circolasse come prima (vedi foto).

Nuovo semaforo fra via Isonzo e via Timavo, lunghe code

Certo ci vorrà un po' di tempo perché automobilisti e motociclisti si abituino alle novità, ma se lo scopo del nuovo semaforo era quello di non vedere più auto stazionare in mezzo all'incrocio, questo traguardo al momento non è stato raggiunto.

Complici i lavori per sostituire il guard-rail, che riducono le corsie all'altezza della farmacia Europa in entrambe le direzioni, circolare nella zona è diventato molto complicato. Questa mattina c'erano auto ferme in coda fino in via Monaco Simone e via Cadighiara. Perché chi scende da Apparizione e Bavari, o percorre via Timavo, o via Borgoratti.

Ma anche via Borgoratti è diventata una via crucis per gli automobilisti da quando è stato istituito il senso unico alternato, regolato da semafori, per via di un muro pericolante. Insomma un quadro parecchio complicato.

Non se la passano meglio i pedoni. Facciamo l'ipotesi del signor Mario (nome a caso), che deve prelevare al bancomat e poi vuole recarsi a prendere il caffé dall'altra parte della strada. Ora, invece di attraversare semplicemente la strada, deve aspettare che tre semafori gli concedano il via libera, visto che un attraversamento è stato rimosso. D'accordo che camminare fa bene alla salute, ma forse è meglio farlo non dove lunghe file di auto scaricano nell'aria i loro gas di scarico.

Oltre a 'mugugnare', gli abitanti del quartiere si stanno già organizzando per raccogliere le firme contro la nuova segnaletica.

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Europa e il nuovo semaforo, traffico bloccato in tutto il quartiere

GenovaToday è in caricamento