rotate-mobile
Cronaca

Scuola: nessuna assunzione, ma aumentano i bambini

Protesta dei sindacati per il mancato rispetto a Genova dell'accordo nazionale che prevedeva l'assunzione di 50 insegnanti per la stagione scolastica 2013-2014. E intanto aumentano gli iscritti

Genova – Aumentano le iscrizioni nelle scuole di Genova, per l’anno scolastico 2013-2014, ma il corpo docente resterà pressoché uguale. Questo l’allarme lanciato dai rappresentati sindacali dopo che la Direzione Scolastica regionale ha confermato l’informativa regionale che prevede la non assunzione di 50 posti di lavoro che l’accordo nazionale prevedeva.

Si tratta di 50 insegnanti "assunti" in forma precaria per la stagione 2012-2013, ma con la “promessa” di assunzione per l’anno seguente. Così non è stato, vero che molto probabilmente saranno richiamati con le stesse modalità da settembre, raggirando così il pagamento dei mesi estivi e i contributi del caso.

La mancata attribuzione di questi 50 posti di lavoro va ad aggiungersi ad un altro problema gravissimo: le cosiddette classi pollaio. Giusto per fare qualche numero, sono 531 i bambini in più iscritti alla scuola materna (asilo), 27 le sezioni in più chieste dagli Istituti comprensivi all’Ufficio scolastico provinciale, ma pochissime saranno quelle che verranno aperte. Ergo, è scontato il rischio di classi da più di 27 bambini già all’asilo, problema che di certo non si risolve, anzi, aumenta, dalle elementari in poi.

Per questo i sindacati minacciano uno stato di agitazione del personale, con i 50 posti di lavoro non garantiti che si aggiungono alla mancata conferma delle 30 ore settimanali per le classi 1e e 2e della scuola primaria, che, non solo non permette l’avvio dell’organico funzionale ma, al contrario, acuisce la già drammatica situazione delle scuole del 1° ciclo d’Istruzione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola: nessuna assunzione, ma aumentano i bambini

GenovaToday è in caricamento