rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Di Negro / Piazza del Principe

Statali sul piede di guerra, in centinaia in corteo

I lavoratori sono scesi in piazza per protestare contro il mancato rinnovo dei contratti collettivi e i tagli a servizi e personale. Disagi al traffico

ORE 12.45: terminato lo sciopero, complice l'impegno da parte del prefetto di sensibilizzare il governo sulla situazione dei dipendenti pubblici, il presidio si è sciolto e i lavoratori hanno liberato Corvetto e largo Lanfranco

ORE 12.10: i lavoratori bloccano piazza Corvetto, che viene chiusa al traffico, al grido di «Contratto, contratto». Soddisfazione da parte dei sindacati, che parlano di un'affluenza mai registrata: «Il nostro scopo era in primis questo, la partecipazione».

ORE 11.50: il corteo dei lavoratori si dirige verso la Prefettura imboccando via Roma, chiusa al traffico. Alle 12 una delegazione dovrebbe essere ricevuta dal prefetto Fiamma Spena

ORE 11.30: Al grido di "Senza contratto non c'è innovazione", il corteo è arrivato in piazza De Ferrari. Rinnovare il contratto collettivo nazionale di lavoro, aumentare le retribuzione ferma da oltre 6 anni, sbloccare il turn over e tutelare i posti di lavoro, sono soltanto alcune delle richieste avanzate dai lavoratori

ORE 11,20: è stata chiusa via 25 Aprile, i lavoratori partono alla volta del palazzo della Regione in piazza De Ferrari; successivamente chiuderà parte di via XX Settembre e anche via Roma verrà chiusa appena i lavoratori si sposteranno verso la Prefettura.

ORE 11: sono rimaste chiuse le ZTL di via Garibaldi e via Cairoli e una delegazione di lavoratori è stata ricevuta dalla giunta.

ORE 9: Giovedì caldo per i lavoratori del pubblico impiego, che questa mattina si sono dati appuntamento in piazza Principe per uno sciopero e un corteo che attraversa il centro città per arrivare sono in Prefettura.

Oltre un centinaio i lavoratori che si sono dati appuntamento questa mattina intorno alle 9 per prendere parte alla manifestazione regionale, organizzata da Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uil-Fpl, Uil-Pa per protestare contro il mancato rinnovo dei contratti collettivi e i tagli a servizi e personale. Il corteo è partito poco prima delle 10 da piazza Principe e si è diretto verso via Balbi, arrivando in piazza della Nunziata, da dove ha imboccato via Cairoli per dirigersi verso la sede del Comune. A Tursi una delegazione di lavoratori verrà ricevuta dai rappresentanti della giunta, poi il corteo dovrebbe proseguire verso piazza De Ferrari per un presidio davanti alla Regione e arrivare infine in Prefettura, dove alle 12 dovrebbe esserci un incontro con il prefetto Fiamma Spena.

 

Statali in corteo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statali sul piede di guerra, in centinaia in corteo

GenovaToday è in caricamento