rotate-mobile
Cronaca

'Sciopero della spesa' e cena in piazza a pane e cipolla per protestare contro il carovita

Le associazioni dei consumatori liguri invitano a rinunciare agli acquisti nella giornata del 21 settembre e a partecipare alla manifestazione che si terrà davanti alla prefettura di Genova

Le associazioni dei consumatori Assoutenti, Adiconsum, Adoc, Casa del Consumatore, Codacons, Federconsumatori, Lega Consumatori, Sportello del Consumatore hanno deciso di proclamare per mercoledì 21 settembre in Liguria uno 'sciopero della spesa' come forma di protesta contro il carovita che attanaglia le famiglie della regione.

"In occasione dell'arrivo dell'autunno scenderemo in piazza a Genova con la manifestazione 'Pane e cipolla', allo scopo di dare un segnale forte alle nostre istituzioni e chiedere misure più incisive per salvare le tasche delle famiglie - spiegano i presidenti delle associazioni -. La crescita abnorme delle bollette di luce e gas, l'inflazione alle stelle, i prezzi degli alimentari che registrano rincari record, la ripresa della corsa dei carburanti e il rialzo dei listini del materiale scolastico trasformeranno i prossimi mesi nell'autunno nero dei cittadini, dissanguando le tasche delle famiglie e impoverendo una fetta di popolazione".

"Con la nostra protesta invitiamo i cittadini a rinunciare agli acquisti nella giornata del 21 settembre e a partecipare alla manifestazione che si terrà alle ore 18 in largo Eros Lanfranco davanti alla prefettura a Genova, portando con sè pane e cipolle per una cena dei 'poveri', a simboleggiare la crisi attuale delle famiglie e il rischio di non riuscire a mettere in tavola nei prossimi mesi il necessario a causa della grave situazione attuale", concludono i presidenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Sciopero della spesa' e cena in piazza a pane e cipolla per protestare contro il carovita

GenovaToday è in caricamento