Sciopero serale Amt, adesione elevata

L'adesione è stata del 98% (hanno girato un DrinBus, due F2 e un 618), a dimostrazione che il diritto a lavorare in sicurezza, non conosce divisioni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Dopo mesi di ripetuti avvenimenti di disordine pubblico (schiamazzi, di sigarette e spinelli fumati, di bevande alcoliche bevute a litri, di attacchi fisici e verbali agli autisti e agli utenti, il tutto a bordo dei mezzi Amt), gli autisti e Vtv (verificatori di titoli di viaggio) impegnati sui turni serali e notturni, hanno deciso di reagire.

Or.S.A. Tpl Genova e Cub Trasporti, chiamati in causa dai colleghi, dopo un mese (quello di gennaio) di accompagnamenti, hanno deciso di indire il primo sciopero dei seralisti nella storia del Tpl, nel giorno di ieri sera, sabato 18/04/2015 (dalle 22:30 alle 02:30 della notte passata).

L'adesione è stata del 98% (hanno girato un DrinBus, due F2 e un 618), a dimostrazione che il diritto a lavorare in sicurezza, non conosce divisioni.
Or.S.A. Tpl Genova e Cub Trasporti attendono una convocazione in Prefettura, la prossima settimana, con la presenza della Questura, per ribadire l'applicazione del Dossier sulla Sicurezza, che prevede tra le altre cose la chiusura del posto guida, l'installazione di telecamere a bordo, il pulsante di chiamata diretta, la presenza costante di Vtv a bordo negli orari più a rischio, il ripristino immediato della Tutela Legale Attiva e l'impegno scritto e inderogabile della Regione di inserire nel capitolato dei nuovi mezzi tutte le migliorie sopracitate...
Il diritto di guidare in sicurezza per noi autisti e il diritto ad una mobilità al massimo delle nostre possibilità per i cittadini, ci spingerà a continuare fino all'ottenimento dei nostri obiettivi.

Torna su
GenovaToday è in caricamento