Infermieri, sciopero nazionale il 2 novembre

La protesta è stata indetta dal sindacato Nursing Up. «Scioperiamo oggi per una migliore sanità domani», dichiarano

Il sindacato Nursing Up ha proclamato lo sciopero nazionale e il 2 novembre per 24 ore infermieri italiani e professionisti sanitari incroceranno le braccia. «Ci hanno chiamato eroi, ma il governo non ha fatto nulla per evitare che si arrivasse a questo gesto estremo: le nostre giuste rivendicazioni continuano ad essere ignorate dalla politica», dichiarano dal sindacato.

«I dati dei contagi in questa seconda ondata, l’iper afflusso ai Pronto Soccorso, il numero di contagiati tra gli operatori sanitari, le difficili condizioni di lavoro: molte di queste cose - spiega Enrico Boccone segretario del Nursing Up Liguria - sarebbero state evitabili se avessero ascoltato il nostro grido d’aiuto e le nostre proposte».

«Invece - prosegue il sindacato - il quadro a cui assistiamo a oltre sette mesi dall’inzio della pandemia è ben diverso, complici l’assenza di investimenti su politiche del personale, mancanza totale di adeguamento contrattuale, nessun coinvolgimento nelle scelte di tipo organizzativo. Per non parlare della mancanza di politica di assistenza territoriale che avrebbe permesso di assistere molti pazienti a domicilio, che si vedono invece obbligati a recarsi in ospedale intasando i servizi di primo soccorso e costringendo alla chiusura di reparti ordinari, trasformati, come nella prima ondata della pandemia, in reparti covid».

«Il governatore della Liguria Giovanni Toti - prosegue il sindacato -, infatti, rende note le sue ricette per affrontare la crisi di questi giorni: 'assumere infermieri anche se non hanno ancora completato il corso di studi con iscrizione all’Ordine' ed ancora: 'dare la possibilità di trasferire agli operatori sanitari le funzioni più semplici della professione infermieristica'. Forse il governatore Toti si farebbe operare da un chirurgo che non ha ancora completato la specializzazione? O forse si affiderebbe a uno studente di legge, invece che a un avvocato?».

«Scioperiamo oggi - conclude la nota del sindacato - per una migliore sanità domani. Centinaia di migliaia di prestazioni infermieristiche, verranno a mancare in quella giornata e ci auguriamo che, tutti i politici che ci hanno chiamati 'eroi', inizino a considerarci come professionisti e a rispettarci come tali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

Torna su
GenovaToday è in caricamento