Cronaca Centro / Piazza della Vittoria

Mortale sull'A10, sciopero e corteo degli edili per chiedere sicurezza

Giovedì 30 marzo i lavoratori scendono in piazza per protestare contro le troppe morti bianche registrate sulle autostrade

I lavoratori edili della Liguria scendono in piazza per protestare contro la serie di incidenti avvenuti sull’autostrada A10 negli ultimi giorni, uno dei quali, gravissimo, la scorsa domenica ha causato la morte di due operai e il ferimento di altri cinque che stavano lavorando in un cantiere nel tratto compreso tra Albisola e Celle Ligure.

Lo sciopero generale, indetto da Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil, è fissato per giovedì 30 marzo, con appuntamento alle 8.30 in piazza della Vittoria per un corteo che sfilerà sino alla sede della Prefettura.

«Le parole d’ordine sono “Non si deve più morire nei cantieri edili! Non si deve più morire sul lavoro!” - fanno sapere le sigle sindacali - La voce degli edili deve essere ascoltata dalle istituzioni che devono far rispettare le norme e recepire le proposte del sindacato sulla sicurezza».

Per la stessa giornata, Usb ha proclamato uno sciopero generale nazionale di tutti i comparti del pubblico impiego, compresi i lavoratori della sciola, dei vigili del fuoco e lavoratori precari di qualsiasi tipologia contrattuale. L’astensione, proclamata nel rispetto della disciplina dei servizi pubblici essenziali, è stata indetta per protestare contro la precarietà nel pubblico impiego e la modifica del contratto nazionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mortale sull'A10, sciopero e corteo degli edili per chiedere sicurezza

GenovaToday è in caricamento