rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021

VIDEO | Sciopero logistica, trasporto merci e spedizioni: «Questi lavoratori sono eroi, meritano rispetto e diritti»

Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti hanno indetto la mobilitazione: i lavoratori della logistica incrociano le braccia per 24 ore, mentre i lavoratori del trasporto merci per 48 ore 

Proseguirà fino alle 24.00 di domani 30 marzo lo sciopero dei lavoratori del comparto Trasporto Merci e Spedizione e fino a questa notte quello dei lavoratori della logistica a Genova e in Liguria, come in tutto il resto del Paese per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro. A Genova sono in corso diversi presìdi di protesta presso i varchi portuali e molte imprese che impiegano i corrieri. Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti della Liguria sostengono i lavoratori del comparto in sciopero che stanno incrociando le braccia per diritti negati e per un rinnovo del contratto che, dopo quasi due anni, ancora non arriva. 

I motivi della protesta

Le organizzazioni sindacali hanno respinto integralmente le proposte indecenti arrivate dalle controparti, ovvero: precarizzazione del mercato del lavoro, abolizione degli scatti di anzianità, riduzione delle giornate di ferie e permessi retribuiti, abolizione del pagamento delle festività, impoverimento della clausola sociale messa a garanzia dell’occupazione e del reddito. 

Ecco le voci dei rappresentanti sindacali presenti ai presìdi in tutti i varchi portuali di Genova tra cui Ponte Etiopia, Vte e presso le piattaforme Amazon e Fercam.

Enrico Poggi, segretario Filt Cgil Genova ha spiegato: «Si tratta di uno sciopero per la dignità dei lavoratori di tutto il comparto, merci, logistica e spedizioni. Sono stati considerati tra gli eroi di questo momento di crisi sanitaria, ma nel momento in cui bisogna riconoscere diritti e salario sono caduti nel dimenticatoio. Un contratto in cui le controparti ci hanno chiesto di abbassare le tutele, i giorni di ferie e i permessi. Siamo fermi e decisi a portare avanti la lotta perché questi lavoratori meritano rispetto e soprattutto riconoscimenti per quanto fatto finora».

Giovanni Ciaccio, coordinatore regionale logistica, trasporto merci di Uiltrasporti ha aggiunto: «Alcune associazioni di categoria hanno tolto ferie, permessi, scatti di anzianità, primi tre giorni di malattia. In un momento così delicato con la pandemia covid questi lavoratori non si sono mai fermati, ma invece di ricevere denaro e gratificazioni si sono visti tagliare diritti conquistati negli anni».

«Sono più di 4 mila i camion che ogni giorno entrano ed escono dal porto di Genova; la città da sola rappresenta il 70% dei traffici del nostro Paese. A questi lavoratori dobbiamo aggiungere i driver, gli spedizionieri e tutto il mondo della logistica - ha spiegato invece Marco Gallo, segretario Filt Cgil - sono questi i lavoratori che devono scioperare per ottenere il rinnovo del contratto di lavoro. È una vergogna, grazie a loro abbiamo trovato i negozi sempre riforniti, anche in pandemia, non ci hanno mai fatto mancare niente e ora chiedono solo quello che gli spetta».

«In presidio ai varchi ci sono lavoratori che si sentono feriti e traditi - conclude Mirko Filippi, Coordinatore regionale Fit Cisl Liguria - in prima linea per tutta la pandemia, considerati essenziali e chiamati eroi, che con tutte le difficoltà e i pericoli che hanno dovuto affrontare quotidianamente non si sono mai tirati indietro. E anziché un riconoscimento vedono presentarsi delle proposte dalle associazioni totalmente inaccettabili, che vanno a toccare loro i diritti e tutele previste dal contratto collettivo nazionale di lavoro».

Le modalità di sciopero 

  • Spedizionieri, Corrieri, Imprese di logistica e supply chain, Società collegate alle attività di e-commerce, imprese cooperative fornitrici di servizi connessi: 24 ore di sciopero per il giorno 29 marzo (intero turno di lavoro).
  • Imprese di autotrasporto: 48 ore per entrambe le giornate del 29 e 30 marzo 2021, due interi turni di lavoro.
  • Per tutte le imprese le cui attività comprendono le merci, il servizio minimo è garantito dal Ccnl stesso. Lo sciopero si articolerà nella sola giornata del 29 marzo, intero turno di lavoro compreso nelle 24 ore. (Carburante alla rete di pubblico approvvigionamento e di combustibile da riscaldamento; Raccolta e distribuzione del latte; trasporto di medicinali e forniture per ospedali e case di cure; prodotti alimentari di prima necessità; Animali vivi). 
Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Sciopero logistica, trasporto merci e spedizioni: «Questi lavoratori sono eroi, meritano rispetto e diritti»

GenovaToday è in caricamento