menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rimproverata perché sta troppo su facebook, scappa di casa

Una ragazzina di Quarto che si è sentita rimproverare dai genitori perché stava troppo su facebook ha deciso di prendere la porta di casa e far perdere le proprie tracce

Sovente a sedici anni è forte la tentazione di andarsene, piantare lì tutto non si sa bene per quale destinazione. Così una ragazzina di Quarto che si è sentita rimproverare dai genitori perché stava troppo su facebook ha deciso di prendere la porta di casa e far perdere le proprie tracce.

Eppure è stato proprio grazie all'oggetto del contendere che i carabinieri sono riusciti a rintracciare la giovane. I militari hanno esaminato gli amici virtuali della ragazza concentrandosi su un 19enne di Sampierdarena.

Tutto ha avuto inizio mercoledì 10 luglio quando un uomo di 64 anni ha denunciato l'allontanamento volontario e la successiva irreperibilità della propria figlia di 16 anni. Immediatamente i militari hanno cercato la minorenne a casa del 19enne a Sampierdarena.

Ma questi, anche grazie alla zia della ragazza, ha tentato fino all'ultimo di favorire la fuga della sedicenne, depistando le indagini dei carabinieri. Finalmente la zia ha deciso di collaborare e così i genitori della sedicenne hanno potuto riabbracciare la propria figlia.

La zia, P. L., e il 19enne, P. R., sono stati denunciati per sottrazione consensuale di minorenni in concorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento