menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santuario cetacei: Greenpeace promuove la Toscana e boccia la Liguria

Greenpeace si congratula con il presidente della Toscana Enrico Rossi per avere chiesto un sistema di controllo della navigazione nel Santuario dei Cetacei e chiede alla Regione Liguria di attivarsi in tal senso

Greenpeace si congratula con il presidente della Toscana Enrico Rossi per avere chiesto un sistema di controllo della navigazione nel Santuario dei Cetacei e chiede alla Regione Liguria di attivarsi in tal senso.

L'associazione ambientalista che si batte per la difesa del sistema marino sottolinea in realtà come al presidente Rossi siano «serviti tre incidenti nel Santuario per muovere i primi passi nella giusta direzione».

«Quanti ne serviranno ancora al presidente della Liguria Burlando per convocare il tavolo tecnico promesso a ottobre 2011?» ha affermato Vittoria Polidori, responsabile della campagna Inquinamento di Greenpeace.

L'associazione ricorda «l'incidente navale del mercantile Mersa II, l'incidente dell'Eurocargo Grimaldi con la caduta in mare di 198 fusti tossici e il naufragio della Concordia».

«Tra i problemi più seri che minacciano il Santuario c'é l'inquinamento derivante da siti industriali lungo la costa di Toscana, Liguria e Sardegna - ha detto Greenpeace -. Il 29 febbraio 2012 scadeva il secondo termine entro cui la Liguria, d'accordo con la Toscana, aveva promesso a Greenpeace la convocazione di un 'tavolo tecnico' sul Santuario» (Ansa).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento