rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Cronaca Santa Margherita Ligure

Fido e Micio seppelliti con il padrone, la novità a Santa Margherita

In consiglio comunale l'approvazione del nuovo regolamento di polizia mortuaria e cimiteriale che consentirà la sepoltura con le ceneri degli animali di compagnia o d’affezione

A Santa Margherita Ligure approda in consiglio comunale l'approvazione del nuovo regolamento comunale di polizia mortuaria e cimiteriale che consentirà la sepoltura con le ceneri degli animali di compagnia o d’affezione. La novità era stata già introdotta da Regione Liguria: "È possibile la tumulazione nella tomba o nel loculo del padrone, o nella tomba di famiglia, delle ceneri degli animali di compagnia o d’affezione - si legge all’articolo 78 - la tumulazione è consentita previa cremazione e collocazione in un’urna separata, sulla quale deve essere posta un’etichetta contenente l’identificazione dell’animale e le generalità del proprietario. La tumulazione avviene su richiesta o per volontà del defunto o dei suoi eredi".

"A Santa Margherita Ligure abbiamo circa 1.500 animali d’affezione - spiega il Sindaco Paolo Donadoni che è anche giurista e studioso delle relazioni tra umani e animali - da tempo abbiamo dedicato attenzione agli animali d’affezione e alla valorizzazione della relazione tra uomini e animali: una convivenza consapevole, un’accoglienza informata, servizi e aree adeguate. Fondamentale è il supporto e il confronto con la Leidaa Tigullio, i suoi volontari e il suo presidente Pietro Burzi che ringraziamo".

"Con il nuovo regolamento abbiamo dato una disciplina generale a tutte le attività cimiteriali non previste dal vecchio regolamento - spiega l’Assessore al Bilancio e Patrimonio Valerio Costa - soprattutto è stata data attuazione alla normativa nazionale e regionale approvata negli ultimi anni. Ringrazio gli Uffici e gli operatori cittadini per il lavoro svolto e la collaborazione".

Il Comune di Santa Margherita Ligure ha poi fatto il punto della situazione su alcuni interventi in corso e in programma nel cimitero centrale di via Dogali: "Una carenza manutentiva ultraventennale - si legge nella nota - ha portato gran parte delle lapidi delle gallerie a 'spanciare' minacciando la caduta e l’incolumità delle persone. Un intervento che ha richiesto un lungo iter legato in particolare alla procedura di individuazione dei concessionari dei loculi interessati: alcuni sono intervenuti, altri no, mettendo in condizione il Comune di intervenire, facendo contestualmente decadere la concessione. Un altro intervento è stato realizzato nel ripristino della pavimentazione del tratto di vialetto che conduce alla parte nuova del camposanto. Sono in corso lavori nella cappella sotto l’altare centrale per il ripristino delle lapidi presenti. Entro l’anno saranno affidati i lavori per una cifra di poco inferiore ai 500 mila euro per il ripristino e il restauro delle gallerie; la demolizione e ricostruzione delle scale d’accesso e il ripristino dei tratti di pavimentazione ammalorata".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fido e Micio seppelliti con il padrone, la novità a Santa Margherita

GenovaToday è in caricamento