rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Santa Margherita Ligure

Santa Margherita, scoperto deposito di merce falsa

I carabinieri hanno seguito due venditori abusivi sino a un magazzino abbandonato sulle alture di San Michele di Pagana: dentro merce per 15mila euro

Borse, giacche, cinture, scarpe, tutto rigorosamente contraffatto e pronto per essere venduto sulle spiagge della riviera ligure: questo il “bottino” sequestrato dai carabinieri di Rapallo e di Portofino nel corso di un’operazione che ha portato all’arresto di due extracomunitari e al sequestro di merce da un magazzino abbandonato per un totale di circa 15mila euro.

Tutto è successo lo scorso sabato, quando i carabinieri, dopo le numerose segnalazioni sulla vendita di merce contraffatta sulle spiagge del Tigullio, hanno riconosciuto alla stazione di Rapallo un 61enne senegalese, ormai noto come venditore ambulante abusivo, che si è subito diretto verso San Michele di Pagana. 

I militari hanno deciso di seguirlo sino alla spiaggia, dove l’uomo si è mescolato a bagnanti e turisti scomparendo alla vista, per poi ricomparire con un altro giovane, un 24enne di origini bengalesi che portava alcuni grossi sacchetti. I due si sono quindi divisi la merce presente nelle buste e hanno iniziato a esporre la merce, concludendo anche alcune vendite con i turisti. 

I carabinieri hanno dunque deciso di intervenire, ma alla loro vista i due ambulanti hanno provato a fuggire, nascondendo anche la merce nei cespugli. Alla fine sono stati arrestati e portati in caserma, denunciati e rimessi in libertà. Per i militari, però, la priorità restava trovare il deposito in cui i due custodivano la merce contraffatta, quindi li hanno seguiti sino a un magazzino abbandonato sulla alture di San Michele di Pagana, dove hanno trovato decine di borse, accessori e altri accessori contraffati, tutti sequestrati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Margherita, scoperto deposito di merce falsa

GenovaToday è in caricamento