Santa Margherita: ancora controlli nella 'movida', identificate 470 persone

Proseguono le attività dei carabinieri ne Tigullio per evitare il ripetersi di disordini e scontri fra gruppi di giovani

Nel corso della settimana a Santa Margherita i carabinieri hanno attuato una serie di servizi serali e notturni finalizzati al contrasto del degrado urbano da parte dei giovani e giovanissimi animatori della movida locale, al controllo del rispetto delle misure volte a contrastare la diffusione del covid-19 e al rispetto delle normative vigenti in materia, da parte dei gestori dei locali e degli avventori.

Le attività sono state estese alla stazione ferroviaria, in concomitanza dell'arrivo/partenza dei convogli utilizzati dai giovani provenienti da altri comuni e al casello autostradale di Rapallo.

L'operazione ha consentito d'identificare oltre 470 persone, controllare oltre 110 veicoli, segnalare alla refettura tre giovani trovati in possesso in totale di sei grammi di hashish, 3,6 grammi di marijuana e 0,17 grammi di eroina, contestate otto violazioni al Codice della Strada, nel cui ambito sono state ritirate 2 patenti.

Inoltre due persone sono state denunciate all'autorità giudiziaria perché trovate alla guida di altrettanti veicoli in stato di ebbrezza alcolica; controllati complessivamente 4 esercizi commerciali, 7 giovani sanzionati in violazione dell'ordinanza sindacale che vieta di consumare bevande alcoliche fuori dai locali e sedati sul nascere diatribe tra gruppi di giovani, prevenendo eventuali disordini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcuni servizi sono stati svolti con la collaborazione di unità cinofile del centro carabinieri di Albenga, personale del secondo battaglione Liguria e della polizia locale di Santa Margherita. Intanto, continuano gli accertamenti volti all'identificazione dei giovani coinvolti negli scontri, avvenuti la notte del 6 giugno e dei primi di luglio, le cui rispettive responsabilità sono al vaglio degli inquirenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Covid, nuove regole in Liguria: alle superiori lezioni a casa a rotazione, "coprifuoco" in 4 zone di Genova

  • Covid, il coprifuoco per frenare il contagio: cosa succede nelle zone rosse. Ospedali in affanno

  • Dialetto curioso: "massacan", da dove deriva questa parola antichissima?

  • Non rispettano tempi di riposo, pioggia di multe per autisti di mezzi pesanti

  • Il postino di "C'è posta per te" arriva a Torriglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento