Cronaca Via Antonio Maria Maragliano

Santa Margherita, il carnevale degenera: rissa, spari e arresti

Notte di follia a Santa Margherita per il Carnevale d'Agosto. Il bilancio è di tre arresti e di tre vigili urbani e quattro carabinieri feriti. Poche ore più tardi un ubriaco alla guida investirà e ucciderà un uomo in bicicletta

Notte di pura follia a Santa Margherita Ligure. Il Carnevale d'agosto finisce in rissa tanto che le forze dell'ordine intervenute sono state costrette a sparare in aria per calmare la folla.

I fatti: alcuni ragazzi insultano un coetaneo di colore in modo razzista, lui reagisce poi scappa rifugiandosi dai vigili e la folla, che l'ha visto correre via, ha pensato che avesse fatto qualcosa di grave tanto che in duecento hanno accerchiato la pattuglia della Municipale. I carabinieri, temendo il peggio in una serata durante la quale per molti l'alcol l'ha fatta da padrone, hanno sparato due colpi in aria per disperdere la folla.

E così il bilancio, alle prime luci dell'alba, per una Santa Margherita Ligure che avrebbe semplicemente voluto festeggiare il suo Carnevale di Ferragosto, è stato quello di due rapallesi e il ragazzo di colore arrestati, tre vigili urbani e quattro carabinieri feriti con prognosi fino a 25 giorni. Il tutto unito all'incidente mortale avvenuto poche ore più tardi dove un ragazzo risultato positivo ad alcool e droghe ha investito e ucciso un uomo di 53 anni in bici.

I due ragazzi di Rapallo arrestati hanno 22 e 26 anni: sono accusati di rissa, violenza privata, ingiurie con l'aggravante del razzismo e resistenza a pubblico ufficiale. Il ragazzo di colore, che ha 18 anni, deve rispondere di rissa. Sono stati tutti trasferiti nel carcere di Genova Marassi.

L'episodio ha subito provocato grandi polemiche, tanto che il Diccap (Autonomie locali - Polizie locali Feneal-Sulpm) e il personale della polizia municipale di Santa Margherita ha annunciato di voler chiedere un incontro urgente al sindaco su quanto avvenuto la notte scorsa.

«E' necessario - scrive il segretario regionale Brindasso - concertare situazioni che non mettano più a rischio i lavoratori. Il personale è stanco e deluso, la polizia municipale non è equiparata alle forze dell'ordine come formazione e come modalità d'intervento sulle persone che delinquono. Sicurezza è la parola d'ordine: il Diccap e' pronto proporre qualsiasi forma di sensibilizzazione sul territorio finalizzata alla reale difesa del personale della polizia municipale e dei cittadini».

Immediata la replica della pubblica amministrazione che prenderà «provvedimenti e non si lascia certo intimidire da manifestazioni di violenza. L'atmosfera di festa e di serenità va salvaguardata. Chi vuole partecipare con spirito di fantasia, divertimento e rispetto a eventi come il "Carnevale d'agosto" e la "Notte Bianca" ha diritto di poterlo fare. Comportamenti delinquenziali non intaccheranno la libertà di vivere la città da parte dei cittadini e degli ospiti». Lo scrive in una nota il sindaco di Santa Margherita Paolo Donadoni.

Donadoni, ha espresso solidarietà ai feriti e "a tutte le persone involontariamente coinvolte nel tafferuglio" ha ribadito che «i problemi non si subiscono ma si risolvono. Questo è il momento in cui riflettere e decidere. Santa Margherita Ligure è una citta' in cui divertirsi nel rispetto delle altre persone e dell'ambiente urbano. Con l'inizio della prossima settimana renderò noti i provvedimenti che adotterà la Pubblica amministrazione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Margherita, il carnevale degenera: rissa, spari e arresti

GenovaToday è in caricamento