Cronaca

Ricercato dal tribunale di Milano, arrestato mentre vaga per Santa

L'uomo, un 43enne originario della Tunisia, deve scontare 11 mesi e 15 giorni di reclusione e pagare un multa di euro 2.300

Ieri pomeriggio i carabinieri di Santa Margherita Ligure hanno arrestato K. H., classe 1974, tunisino irregolare sul territorio italiano. Una pattuglia impiegata nei servizi di prevenzione nel centro cittadino ha notato un uomo, che vagava per le vie del centro. Insospettiti, militari hanno chiesto al fermato di fornire i documenti di identità, ma la persona ha risposto di non averne e che era lì per lavoro.

Il tunisino ha mostrato da subito un certo stato di agitazione e alla richiesta di declinare comunque le sue generalità ha mostrato ancor più tentennamenti. Portato in caserma per gli accertamenti di rito, l'uomo ha tentato di fornire per iscritto il suo nome e cognome ma stranamente dalla consultazione delle Banche Dati in uso all'Arma dei carabinieri non risultava censito, nonostante avesse riferito di essere da 10 anni in Italia e di aver avuto in passato il permesso di soggiorno.

Dall'esame delle impronte digitali invece i militari hanno ottenuto un riscontro: il fermato, con numerosi precedenti di polizia, era ricercato dal luglio scorso in quanto destinatario di un decreto di espiazione della pena definitiva emesso dal tribunale di Milano per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti, commessi tra il 2015 e il 2016 nel capoluogo lombardo.

Il ricercato è stato quindi tratto in arresto e trasferito nel carcere di Marassi dove dovrà scontare 11 mesi e 15 giorni di reclusione e pagare un multa di euro 2.300. Nell'arco del mese di ottobre, questo è il secondo 'catturando' tratto in arresto dalla stazione carabinieri di Santa Margherita nell'ambito dei servizi di prevenzione dei reati predatori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricercato dal tribunale di Milano, arrestato mentre vaga per Santa

GenovaToday è in caricamento