Lite in famiglia, carabinieri costretti a usare lo spray al peperoncino

Un 41enne gravato di pregiudizi di polizia è stato denunciato dai carabinieri a Sant'Olcese per minaccia e resistenza a pubblico ufficiale

Nel corso della serata di martedì 23 aprile 2019 la centrale operativa del 112, a seguito di un violento dissidio in famiglia a Sant'Olcese, ha inviato sul posto il personale della stazione carabinieri di Campomorone.

All'interno dell'abitazione la pattuglia ha trovato il convivente della donna, che, a causa dello stato di ebbrezza, teneva un comportamento aggressivo nei confronti dei familiari e poi verso i carabinieri ai quali ha opposto attiva resistenza. I militari, allo scopo di contenere il comportamento aggressivo, sono stati costretti a usare lo spray in dotazione.

Poco dopo sul posto il personale del 118, dopo aver sedato l'uomo, l'ha trasportato presso il pronto soccorso dell'ospedale Villa Scassi, dove è stato ricoverato in osservazione. Al termine degli accertamenti, il 41enne, gravato di pregiudizi di polizia, è stato denunciato per minaccia e resistenza a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • È arrivata la neve: le foto

  • Famiglia si schianta in autostrada, altro incidente sul Fasce

Torna su
GenovaToday è in caricamento