Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Furti a Sant’Ilario, i residenti scrivono a Tursi: «Ladri in casa mentre si dorme, abbiamo paura»

Nell’ultimo episodio il furto è stato commesso quando in casa c’erano due ragazzi: il Comitato per la Viabilità di Sant'Ilario scrive all’assessore Viale

Allarme furti sulla collina di Sant’Ilario, una zona tanto affascinante e ambita quanto isolata. Là dove hanno preso casa, per citarne alcuni, Beppe Grillo e l’ex candidato alla presidenza della Regione, Ferruccio Sansa, negli ultimi due mesi si sono moltiplicati gli episodi di furto in abitazione, con i ladri sempre più spavaldi che entrano in casa mentre i proprietari dormo.

«Negli ultimi due mesi i ladri si sono introdotti in molti appartamenti, spesso con le persone tranquillamente a letto, e i tentativi di effrazione sono ormai all'ordine del giorno in ogni parte del paese», spiegano Marco Marsano e Daniela Vecchio, coordinato del Comitato per la Viabilità di Sant'Ilario, che nei giorni scorsi hanno scritto al Comune e all’assessore alla Sicurezza, Giorgio Viale, per chiedere supporto e maggiori controlli.

«Gli abitanti cominciano a essere esasperati e spaventati e chiedono, attraverso il Comitato, di essere protetti e tutelati dall'amministrazione», spiega Vecchio. L’isolamento della collina, prosegue, consente ai ladri di agire «osando sempre di più, certi dell'impunità». Da qui l’invito non solo a denunciare e a dotarsi di videocamere di sorveglianza, rivolto non solo a chi abita a Sant’Ilario, ma anche al Comune.

«È necessario un intervento di installazione di telecamere e una maggior presenza delle forze dell'ordine non solo sulla strada carrabile - concludono dal comitato - ma anche nelle crose lungo le quali vive la maggior parte degli abitanti del luogo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti a Sant’Ilario, i residenti scrivono a Tursi: «Ladri in casa mentre si dorme, abbiamo paura»

GenovaToday è in caricamento