Scambio di sacche al San Martino, avviato procedimento disciplinare. In arrivo esperto da Bergamo

Martedì e mercoledì nel Centro Trasfusioni del Policlinico sono arrivati gli ispettori di Nas, Centro Nazionale Trapianti e Centro Nazionale Sangue. L'ospedale annuncia una completa revisione della procedura

Proseguono gli accertamenti sullo scambio di sacche destinate al trapianto di midollo avvenuto all’ospedale San Martino lo scorso 17 ottobre. Tra martedì e mercoledì si sono tenute all’interno del Centro Cellule Staminali del Centro Trasfusioni del Policlinico le ispezioni regionali e ministeriali di Nas, Centro Nazionale Trapianti e Centro Nazionale Sangue, finalizzate ad accertare la dinamica di quanto accaduto.

Lo scambio, va ricordato, ha riguarda un paziente ricoverato al San Martino e in attesa di trapianto di midollo, che ha ricevuto per errore una sacca di cellule staminali destinato a un altro paziente. Stando a quanto ricostruito dalla direzione sanitaria, la sacca era stata inviata dal Veneto su richiesta dell’ospedale, che necessitava di cellule staminali compatibili con il paziente ricoverato. Una volta arrivata a Genova era stata stivata in emoteca, ed è lì che si è verificato l’errore. Il paziente è stato quindi sottoposto a un nuovo ciclo di chemioterapia per liberarsi delle cellule staminali non destinate a lui.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le ispezioni fanno parte del protocollo adottato in casi di questo tipo. In attesa delle valutazioni, la direzione sanitaria del San Martino ha reso noto di avere deciso di avviare la completa revisione del percorso organizzativo e delle procedure operative del centro manipolazione cellule staminali, con la supervisione di un esperto del settore proveniente dall’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, uno dei principali centri nazionali per la manipolazione delle cellule staminali. Lunedì è programmata la prima riunione di revisione procedurale. È stato inoltre già avviato un procedimento disciplinare interno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nel fiume e batte la testa, muore nel trasporto in ospedale

  • Spesa da 150 euro all'Ipercoop, ma cerca di uscire pagandone solo 10

  • Le Frecce Tricolori martedì a Genova: quando e da dove vederle

  • L'uomo più anziano della Liguria compie 108 anni

  • Incidente in Sopraelevata, grave scooterista: traffico bloccato

  • Coronavirus, solo 17 nuovi contagi nelle ultime ore

Torna su
GenovaToday è in caricamento