Il fiuto del cane Dymo svela il nascondiglio della droga, tre spacciatori arrestati

I militari della Maddalena erano impegnati in un predisposto servizio coordinato nell'ambito dell'operazione 'periferie tranquille' insieme ai colleghi della Compagnia intervento operativo di Milano quando si sono imbattuti nei tre

Tre cittadini marocchini di 34, 33 e 25 anni sono stati arrestati dai carabinieri in flagranza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti aggravato in concorso tra loro.

I militari della Maddalena erano impegnati in un predisposto servizio coordinato nell'ambito dell'operazione 'periferie tranquille' insieme ai colleghi della Compagnia intervento operativo di Milano e all'unità cinofila di Albenga quando in piazza San Marcellino nel centro storico hanno sorpreso i tre mentre cedevano due dosi per complessivi tre grammi circa di hashish in cambio di 20 euro a un peruviano di 28 anni.

Successivamente, grazie all'ottimo fiuto del cane Dymo, i militari hanno individuato dove i pusher nascondevano la sostanza stupefacente. Infatti sono state trovate altre quattro dosi per un totale di cinque grammi della stessa sostanza, nascosti nei buchi dei muri dei palazzi.

Droga e denaro sono stati sequestrati e l'acquirente sarà segnalato alla prefettura quale assuntore. Questa mattina i tre spacciatori sono stati processati con rito direttissimo.

Potrebbe interessarti

  • La leggenda dell'isola di Bergeggi

  • Perché San Giovanni Battista è il patrono di Genova?

  • Ristoranti, vita notturna e shopping: così il Guardian promuove Genova

  • La leggenda del ponte dei suicidi a Carignano

I più letti della settimana

  • Alla Fiumara apre un nuovo negozio

  • Cibo mal conservato, chiuso ristorante

  • Accoltella un uomo alla gola, fermato da poliziotta "cintura nera"

  • Resta bloccata in un parcheggio e sfonda il cancello con l'auto

  • La leggenda dell'isola di Bergeggi

  • Perché San Giovanni Battista è il patrono di Genova?

Torna su
GenovaToday è in caricamento