San Desiderio: discarica abusiva su un terreno del Comune

Due genovesi di 36 anni e di 54 anni sono stati denunciati dal Corpo Forestale per aver realizzato una discarica abusiva nel bosco in via delle Terre Rosse a San Desiderio

Ieri, in seguito a intense attività investigative durate varie settimane, il personale del Comando Stazione Forestale di Genova Prato ha denunciato all'Autorità Giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Genova i due legali rappresentanti di una ditta edile, genovesi di 36 anni e di 54 anni, che nell'arco degli ultimi mesi avevano utilizzato un terreno di proprietà del Comune di Genova in via delle Terre Rosse a San Desiderio, per realizzare una discarica abusiva di rifiuti misti da demolizione, rifiuti provenienti dalla ripulitura di giardini e rifiuti ingombranti, quali mobilia in legno.

Le indagini hanno permesso di accertare anche l'impiego da parte degli indagati di un autocarro, di proprietà della ditta, nonostante che fosse stato sequestrato in via amministrativa dalla Polizia Locale, per mancanza di revisione. Lo stesso era anche sprovvisto di regolare assicurazione. Per tale motivo sono anche state elevate, ai legali rappresentati dell'impresa, le conseguenti sanzioni amministrative.

L'area, sebbene di proprietà del Comune, risultava essere in custodia a una conosciuta associazione di volontariato della zona, proprietaria anche della ditta edile condotta dai medesimi soggetti indagati. L'area, pari a 500 metri quadri con all'interno oltre 70 metri cubi di rifiuti, è stata sottoposta a sequestro preventivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

Torna su
GenovaToday è in caricamento