Cronaca Sampierdarena / Largo Pietro Gozzano

Scatenano il caos a Sampierdarena, poi sputano contro i poliziotti e orinano sulla volante

In manette una coppia di amici di 23 e 21 anni che domenica sera si è divertita a rovesciare cassonetti e alzare tombini: all'arrivo della polizia, la furia si è diretta sugli agenti

Hanno provato a scatenare una sorta di “guerriglia” in strada, rovesciando i cassonetti e alzano i tombini in largo Gozzano, a Sampierdarena, poi all’arrivo - prevedibile - dei poliziotti li hanno minacciati di “riperdere gli abusi” con il telefonino.

Protagonisti della vicenda due amici di 21 e 23 anni: a chiamare la polizia sono stati alcuni residenti che li hanno visti mentre alzavano i tombini di via Gozzano e rovesciavano i bidoni della spazzatura. Rintracciati in via Cantore, impegnati a prendere a calci serrande, auto e bidoni, alla vista dei poliziotti hanno iniziato a gridare, cercando di riprendere il momento in cui venivano bloccati con i cellulari e minacciandoli di diffondere i filmati sui social.

Il 23enne avrebbe inoltre colpito gli agenti con calci e pugni, e anche negli uffici della Questura si è rifiutato di fornire i documenti e di indossare la mascherina, dichiarandosi positivo al covid e iniziando a sputare. Il 21enne, invece, mentre fuori dalla Questura, ha orinato sulle auto di servizio. 

I due sono stati, oltre che sanzionati, arrestati per resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scatenano il caos a Sampierdarena, poi sputano contro i poliziotti e orinano sulla volante

GenovaToday è in caricamento