menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sampierdarena: spacciatore aggredisce agenti durante blitz anti-droga

La polizia ha arrestato un 26enne originario del Gabon in piazza Montano, all'interno di un palazzo, segnalato da alcuni abitanti come luogo di spaccio di droga

La polizia ha arrestato un 26enne originario del Gabon, con precedenti di polizia e penali per spaccio di sostanze stupefacenti, il quale, dopo aver ingoiato alcuni involucri, risultati poi contenere cocaina, ha opposto resistenza agli agenti, aggredendoli e causando a uno di essi una distorsione alla mano, medicata con 3 giorni di prognosi.

I poliziotti delle volanti della questura hanno svolto ieri mattina intorno alle 11 un controllo all'interno di uno stabile in piazza Montano a Sampierdarena, i cui residenti avevano segnalato un'attività di spaccio in alcuni immobili.

Una volta all'interno, l'attenzione degli agenti si è rivolta in particolare a un appartamento, al cui interno sono state identificate due donne senegalesi, entrambe munite di regolare permesso di soggiorno.

Durante le procedure di identificazione gli operatori si sono accorti della presenza in un'altra stanza di un individuo che, alla vista degli uomini in divisa, ha afferrato un qualcosa dal comodino e lo ha messo in bocca.

I poliziotti si sono subito avvicinati per identificarlo e verificare cosa avesse nascosto in bocca, ma questi ha reagito violentemente, iniziando a sferrare calci e pugni e causando la lesione alla mano a uno degli agenti.

Gli operatori sono comunque riusciti a immobilizzare l'uomo, che a sua volta ha ingoiato ciò che teneva in bocca. Condotto in ospedale, gli accertamenti a cui è stato sottoposto hanno evidenziato la presenza di corpi estranei nello stomaco.

Il fermato, che ha rifiutato di fornire le proprie generalità, desunte dai precedenti dattiloscopici, è stato arrestato per i reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e denunciato per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e rifiuto d'indicazione sull'identità personale.

Piantonato in ospedale in attesa dell'evacuazione dei corpi estranei ingeriti, in serata ha espulso 5 involucri termosaldati, contenenti cocaina per un peso complessivo di 2,72 grammi. Questa mattina è stato sottoposto a ulteriori esami per accertare l'eventuale presenza di altri involucri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Invasione di pappagallini, il Comune lancia censimento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento