rotate-mobile
Cronaca Sampierdarena / Piazza Riccardo Masnata

Sampierdarena scende in piazza, le foto della manifestazione

Circa un centinaio di persone ieri ha percorso le vie della delegazione per chiedere legalità e sicurezza

«No al degrado, Sampierdarena può risorgere», «San Pier d'Arena: vivibilità e legalità adesso». Sono messaggi di speranza, ma anche di rabbia, quelli degli striscioni fabbricati da cittadini, con pennarelli e vecchie lenzuola.

Così residenti e associazioni sono scesi ancora una volta in piazza (a poco più di un mese dal corteo per la sicurezza organizzato per le vie del quartiere) per chiedere più controlli, soprattutto dopo gli ultimi e ripetuti episodi di violenza, e l'attuazione di tutte le misure necessarie per sospendere le licenze ai locali che non rispettano le norme anti-alcol.

La manifestazione, organizzata dalle Officine Sampierdarenesi in collaborazione con altri comitati e associazioni del territorio, prevedeva una serie di presidi prima in piazza Masnata, poi in piazza Settembrini, e infine in piazza Barabino.

La richiesta a istituzioni e forze dell'ordine? Pattugliare più frequentemente e con più costanza una vera e propria "zona rossa", popolata di locali notturni e cosiddetti "circoli culturali" che - stando alle denunce dei residenti - spesso non rispettano il provvedimento continuando a servire alcol ben oltre l'1 di notte nei giorni feriali, e le due nei festivi e prefestivi. 

Corteo a Sampierdarena 1 luglio 2016

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sampierdarena scende in piazza, le foto della manifestazione

GenovaToday è in caricamento