menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Risse a Sampierdarena, i residenti: «Questo è il Bronx»

L'ennesima rissa a Sampierdarena non ha fatto altro che esasperare ulteriormente i residenti del quartiere. «Sampierdarena ha seguito le orme di Cornigliano - spiega Giuseppe - che in realtà sta anche migliorando, diventanto peggio. Non ne possiamo più. E poi il degrado e lo sporco sono ovunque»

Stanchi ed esasperati. Da chi non li aiuta, ma anche dalle persone che incontrano sotto casa, passeggiando per andare a fare la spesa in un quartiere che non riconoscono più. Sono questi i sampierderesi d'oggi, due giorni dopo l'ennesima rissa in strada, una delle tante degli ultimi mesi.

L'ultima è avvenuta proprio l'altro ieri, domenica 30 agosto, alle primi luci del'alba, poco distante dalla Fiumara. Quando un gruppo costituito da un centinaio di persone si è scontrato. Tutto è nato da una discussione all'interno del lucale che si è trascinata fuori.

Il bilancio è stato di cinque agenti contusi - intervenuti per porre fine alla rissa - e una volante danneggiata. Tre persone sono finite in manette.

Questo potrebbe essere finalmente l'epilogo di un'estate turbolenta, segnata da risse in tutto il quartiere. A sperarlo sono soprattutto gli esausti residenti, come Giuseppe: «Sampierdarena ha seguito le orme di Cornigliano, che in realtà sta anche migliorando, diventanto peggio. Non ne possiamo più. E poi il degrado e lo sporco sono ovunque. Questo è il Bronx di Genova».

La prima rissa estiva, ricordiamo, è avvenuta in via Sampierdarena e ha causato anche la chiusura della strada, portando disagi al traffico tra coloro che si recavano al lavoro o portavano i figli a scuola. 

Persino sui cartelli luminosi presenti alla fermata del bus si leggeva "Via Sampirdarena chiusa causa rissa. Linea 3 deviata su Lungomare Canepa".

La situazione preoccupa tutti e forse spaventa persino, in particolare i commercianti, a stretto contatto con la "vita di tutti i giorni" di Sampierdarena: «Vi dico solo che mia zia - sono le parole di Mario - è una parrucchiera che ha un negozio in una delle vie principali. Durante l'orario di lavoro si chiude a chiave dentro, perché ha paura che qualche malintenzionato possa entrare».

Oltre a tutto questo, il quartiere è sempre più nel degrado e nella sporcizia. Sul gruppo Facebook Noi di Sampierdarena sono all'ordine del giorno le foto che mostrano lo stato in cui si trovano aiutole, strade e giardini pubblici. 

«Non avete visto - spiega Anna - i prezzi stracciati delle case in vendita a Sampierdarena? Non ci si può aspettare nient'altro; magari sono case di persone nate e cresciute qui che hanno visto il quartiere peggiorare sempre di più e adesso vogliono solo scappare altrove».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento