Cronaca Sampierdarena / Via Stefano Canzio

Sampierdarena: botte e urla nella notte, arrivano i carabinieri

Ennesimo episodio di violenza in via Canzio, dove i residenti sono stati svegliati intorno alle 2.30 da grifa e rumori di zuffa. Immediato l'intervento delle forze dell'ordine, ma l'esasperazione cresce

Urla concitate, vetri infranti e inconfondibili rumori di zuffa: così sono stati svegliati nel cuore della notte i residenti di via Canzio, nel quartiere genovese di Sampierdarena, richiamati alle finestre da una rissa che stava andando in scena proprio davanti ai loro occhi.

Tutto è successo intorno alle 2.30, quando al centralino dei carabinieri sono arrivate diverse segnalazioni da parte di residenti preoccupati nel vedere alcuni uomini inseguirsi tra via Canzio e via Sampierdarena dopo essere venuti alle mani davanti a un portone: giunti sul posto, i militari hanno identificato un 21enne e un 18enne di origini marocchine e un 17enne di origini romene che avrebbero raccontato di essere intervenuti per "sedare una rissa" di cui erano stati testimoni. Nella concitazione del momento, il 21enne sarebbe anche stato ferito alla mano molto probabilmente da un coccio di bottiglia.

Si tratta dell’ennesimo episodio nell’arco di poco tempo, che ha spinto i residenti del quartiere, sempre più esasperati, a invocare nuovamente l’intervento delle autorità per riportare ordine in una zona che per molti è stata abbandonata a se stessa.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sampierdarena: botte e urla nella notte, arrivano i carabinieri

GenovaToday è in caricamento