Sampierdarena: armato di tenaglia distrugge una cabina telefonica, poi aggredisce poliziotti

Arrestato un giovane di origini sudamericane sorpreso venerdì notte ad accanirsi con una tenaglia contro i vetri della cabina

Armato di una tenaglia d’acciaio, si è accanito su una cabina telefonica di piazza Montano distruggendola e aggredendo il poliziotto che ha provato a fermarlo.

Protagonista dell’episodio, un 19enne di origini ecuadoriane. Le segnalazioni sono arrivate intorno alle 23, e una volta sul posto i poliziotti delle volanti hanno subito individuato il giovane spaccare i vetri della cabina. Sono quindi intervenuti, e alla loro vista il 19enne ha reagito con violenza.

Bloccato, è stato arrestato e in mattinata giudicato per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • È arrivata la neve: le foto

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • Covid, Toti propone la "zona bianca”. E sul Natale: «Più libertà e qualche sacrificio dopo»

Torna su
GenovaToday è in caricamento