Cronaca

Si rompono le acque, giovane mamma partorisce in casa: neonato "battezzata" dai vigili del fuoco

La donna ha chiesto aiuto perché si trovava sola con la primogenita di un anno: all'arrivo dei pompieri il neonato era appena venuto alla luce

È arrivato all'improvviso, quando ancora la mamma non era pronto ad accoglierlo, ma grazie anche alla sua forza d'animo e all'intervento di una squadra di vigili del fuoco e del 118, il bimbo nato oggi in un appartamento di Sampierdarena sta bene ed è in perfetta salute.

Il centralino dei vigili del fuoco ha ricevuto l'allarme giovedì pomeriggio: all'altro capo del telefono la richiesta di intervento per una donna che chiedeva aiuto, spiegando di essere in pieno travaglio e di non avere nessuno accanto se non la primogenita, una bimba di appena un anno.

La squadra è partita immediatamente, avvisando anche il 118, e una volta arrivati all'appartamento i pompieri hanno (necessariamente) forzato la porta e sono entrati: davanti ai loro occhi la giovane mamma, poco più che ventenne, che aveva appena dato alla luce il suo neonato.

La donna è stata subito affidata alle cure dei sanitari, che hanno potuto così accedere al l'appartamento, ma i pompieri hanno subito notato un'altra "emergenza": la figlia di un anno della donna aveva necessità di essere cambiata, e uno dei veterani non ci ha pensato troppo su, l'ha appoggiata sul fasciatoio e in pochi minuti ha risolto il problema.

 «La multidisciplinarietà dei Vigili del Fuoco si è dimostrata anche questa volta», sorridono da San Benigno, inteneriti da un soccorso apparentemente di routine che si è tramutato in un piccolo miracolo. Il piccolo e la mamma, stremata ma felice, sono stato trasferiti in ospedale per i controlli. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si rompono le acque, giovane mamma partorisce in casa: neonato "battezzata" dai vigili del fuoco

GenovaToday è in caricamento