Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Sampierdarena / Via San Pier d'Arena

A Sampierdarena le officine abusive spuntano come funghi

In via Sampierdarena e dintorni continuano a sorgere officine auto e moto non autorizzate. Il fenomeno è emerso perché, durante le attività di monitoraggio delle discariche abusive, si è riscontrato un aumento delle parti di veicoli abbandonate

La polizia Municipale è riuscita a mettere fine ad alcune attività di riparazione abusive di veicoli, che venivano esercitate nel quartiere di Sampierdarena. Tali officine abusive, che effettuavano interventi dalla sostituzione di parti meccaniche come ammortizzatori, freni, pneumatici a riparazioni del motore stesso, oltre che ad aumentare lo stato di degrado della via, avevano un notevole impatto ambientale, oltre che per le parti di veicoli abbandonate nella delegazione, anche perchè diverse tracce di olii esausti rilevate attorno alle caditoie dell'acqua piovana nel quartiere sono con tutta probabilità riconducibili in tutto o in parte a queste attività abusive.

L'ampiezza del fenomeno ha iniziato a emergere nei primi mesi del 2017, quando durante le attività di monitoraggio delle discariche abusive si è riscontrato un aumento delle parti di veicoli abbandonate. Il secondo segnale è stato l'aumento di veicoli parcheggiati in soste 'lunghe' in via Sampierdarena.

Gli agenti del secondo distretto di polizia municipale hanno iniziato a tenere sotto controllo le aree di sosta per verificare eventuali attività riconducibili al fenomeno e il primo accertamento positivo è stato fatto nel marzo del 2017 con l'individuazione di diverse persone intente alla riparazione di autoveicoli per la via, alle quali è stata applicata la sanzione di 5.164 euro prevista dalla legge 122 del 1992, con l'immediata confisca degli attrezzi trovati nella loro disponibilità.

Successivamente sono state individuate altre tre officine abusive, sempre in via Sampierdarena, alle quali è stata applicata la stessa sanzione e la confisca delle attrezzature.

All'inizio del 2018 altri due tentativi di riprendere queste attività in via Fiamme Gialle e un altro caso in via Giovanetti si sono immediatamente conclusi con la pesante contravvenzione e il sequestro delle attrezzature. Nell'episodio di via Giovannetti l'uomo che esercitava abusivamente l'attività di riparazione è stato inoltre segnalato alla autorità giudiziaria perchè straniero presente illegalmente sul territorio nazionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Sampierdarena le officine abusive spuntano come funghi

GenovaToday è in caricamento