rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Cronaca Sampierdarena / Piazza Vittorio Veneto

Sampierdarena piange Pavel, il clochard di piazza Vittorio Veneto

La Comunità di Sant'Egidio e i residenti hanno officiato una messa davanti alla panchina usata come giaciglio dalla persona senza fissa dimora e recitato insieme il "Canto del pellegrino"

Sulla panchina dove ha trascorso tutta la vita si celebra la messa in suo ricordo. Un centrino ricamato, una candela accesa e un'immagine di Gesù, nella notte di San Lorenzo si è spenta una stella: Pavel, l'uomo senza fissa dimora che aveva fatto di piazza Vittorio Veneto la sua casa.

I sampierdarenesi non lo vogliono dimenticare e ieri sera si sono riuniti per recitare insieme il "Canto del pellegrino". Pavel è morto dopo una settimana di ricovero per le complicazioni di una malattia.

La sua vita si imperla nella collana di storie di chi, come tutti, non ha scelto dove nascere ma, nel suo caso, nemmeno come e dove vivere. Accanto alla Comunità di Sant'Egidio anche il compagno di strada Miky pure lui reduce da cinque mesi di ospedale, smagrito ma ora in buone condizioni di salute.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sampierdarena piange Pavel, il clochard di piazza Vittorio Veneto

GenovaToday è in caricamento